Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Copertino

Stalking e botte al marito della sua compagna, rigattiere condannato a 18 mesi

Per Tommaso Floriano Cirfera, 34enne di Copertino, le accuse erano di di stalking, percosse e resistenza a pubblico ufficiale

LECCE – Condanna a 18 mesi di reclusione per Tommaso Floriano Cirfera, 34enne di Copertino accusato di stalking, percosse e resistenza a pubblico ufficiale. La sentenza nei confronti del 34enne, assistito dagli avvocati Luigi Rella e Carlo Inguscio, è stata emessa dal gup Michele Toriello al termine del giudizio con rito abbreviato. Per lui l’accusa aveva chiesto una condanna a tre anni.

La vicenda ruota attorno alla relazione che l’imputato aveva intrapreso con una donna sposata, madre di due figli di 6 e 4 anni, che si stava separando. Secondo l’ipotesi accusatoria Cirfera, accecato dalla gelosia, avrebbe molestato e intimorito il marito e i figli della sua compagna, sia telefonicamente sia di persona, recandosi a casa dell’uomo. A luglio del 2015, dopo aver provato a tamponarlo con la propria automobile, lo avrebbe colpito con alcuni pugni. In un’altra occasione, interferendo con gli sporadici incontri che la donna aveva con il marito e i figli, si sarebbe presentato in un luogo pubblico, minacciando i due.

L’accusa di resistenza a pubblico ufficiale scaturisce, invece, da quanto accaduto lo scorso 7 settembre. Il 34enne avrebbe, per sottrarsi all’alt intimato da un equipaggio della polizia di Stato, tentato di investire con la propria auto un agente. Per questi fatti era stato anche destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Stefano Sernia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalking e botte al marito della sua compagna, rigattiere condannato a 18 mesi

LeccePrima è in caricamento