menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Gabellone in una foto di repertorio

Antonio Gabellone in una foto di repertorio

Stalking all’ex presidente della Provincia: condannato a due anni

Si è chiuso ieri il processo col rito abbreviato nei riguardi di Antonio Pezzulla, il 51enne di Tuglie che lo scorso 9 gennaio aggredì l’assessore Antonio Gabellone e tenne sotto scacco un’intera giunta

TUGLIE - Seminò il panico nel municipio di Tuglie, costringendo un’intera giunta a barricarsi nella stanza del sindaco Massimo Stamerra per paura di un'aggressione. Il primo bersaglio di quell’uomo che fece irruzione nel palazzo in piazza Massimo D'Azeglio, Antonio Pezzulla, 51enne del posto, era l’assessore Antonio Gabellone, già presidente della Provincia. A questo, aveva fatto visita, nella sua farmacia, per minacciarlo, già in mattinata, e qui, sarebbe tornato, anche la sera, passando dalle parole ai fatti, strattonandolo e procurandogli uno stato di agitazione così forte da dover consultare la guardia medica.

Dalle offese, l'uomo non avrebbe risparmiato neppure i carabinieri di Sannicola intervenuti nell'esercizio commerciale su richiesta del malcapitato. Protagonista nel 2015 di due episodi analoghi, per questa vicenda avvenuta il 9 gennaio scorso, e conclusasi con il suo arresto, Pezzulla è stato condannato a due anni e venti giorni di reclusione.

Il verdetto è stato emesso ieri dal giudice Sergio Tosi, all’esito del processo discusso con il rito abbreviato e in cui era imputato per stalking, lesioni e oltraggio a pubblico ufficiale.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento