rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca

Stalking, stupefacenti ed evasioni: arresti e denunce dei carabinieri

Ai domiciliari è finito un uomo accusato di aver tormentato per mesi una donna, con appostamenti, pedinamenti, e lettere. E c’è chi va a spasso in bicicletta con la marijuana

LECCE - E’ finito ai domiciliari con l’accusa di aver molestato per diversi mesi una donna con pedinamenti, appostamenti sia nei pressi dell’abitazione che sul posto di lavoro una donna di cui si era invaghito e alla quale avrebbe inviato anche diverse lettere. La misura cautelare nei riguardi del presunto stalker è stata eseguita dai carabinieri della stazione locale su disposizione del gip di Lecce.

E’ questa una delle attività che ha visto impegnati in questi giorni gli uomini dell’Arma.

I militari hanno eseguito anche ordini di carcerazione, nei riguardi di:  Mirko Fiordisio, 29enne di San Cesario, dovendo finire di espiare due anni di reclusione per reati contro il patrimonio e Antonio Conte, 35enne leccese, per essersi allontanato dalla comunità dove era sottoposto alla misura dell’affidamento in prova.

In carcere è finito anche Antonio Avitabile, 42enne di Taviano che dopo aver ottenuto il permesso, in seguito all’emergenza sanitaria, di trascorrere i domiciliari nell’abitazione della compagna anziché in comunità, avrebbe trasgredito gli obblighi, uscendo di casa.

A Calimera, infine, i carabinieri hanno denunciato un uomo che andava in giro in bicicletta con 35 grammi di marijuana custoditi in una busta appesa al telaio. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito di recuperare anche materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalking, stupefacenti ed evasioni: arresti e denunce dei carabinieri

LeccePrima è in caricamento