Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Stallo nella vertenza Sveviapol. Domani sit–in presso l’Agenzia delle entrate

I lavoratori dell’Istituto di vigilanza, insieme ai sindacati, presidieranno la sede di Lecce. Obiettivo: velocizzare la trattativa per la ristrutturazione del debito e garantire, nel futuro, i livelli occupazionali

Una protesta dei giorni scorsi.

LECCE – Domani mattina, 13 giugno, i lavoratori dell’Istituto di vigilanza Sveviapol Sud presidieranno l’ingresso della locale Agenzia delle entrate, a partire dalle ore 9.30.

Nonostante si sia sbloccato il pagamento delle mensilità arretrate di marzo ed aprile, come da accordi sindacali, le guardie giurate sono infatti rimaste in attesa di percepire la retribuzione di maggio.

Ma il sit-in, come spiega il segretario regionale di UilTucs Uil, Giuseppe Zimmari, avrà soprattutto lo scopo di garantire la tenuta dei livelli occupazionali: “Proprio dalle decisioni che si assumeranno in quella sede, e dagli accordi che l’Istituto di vigilanza prenderà con l’Agenzia delle entrate per la ristrutturazione del debito, dipenderà la prospettiva futura dei 200 lavoratori interessati”.

La liquidità di denaro che dovrà immettere la nuova compagine di azionisti di Cosmpol, società che ha avanzato la proposta di diventare il socio di maggioranza di Sveviapol, sarebbe infatti condizionata dalla dilazione del debito pregresso.

“Chiaramente il compito della nostra organizzazione sindacale non è quello di incidere sulle decisioni che prenderanno i responsabili dell’Agenzia delle entrate – avvisa il sindacalista -, ma premiamo affinché la richiesta avanzata da Sveviapol Sud ottenga una risposta veloce ed immediata”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stallo nella vertenza Sveviapol. Domani sit–in presso l’Agenzia delle entrate

LeccePrima è in caricamento