Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Statale 275: raddoppio fino a Gagliano del Capo

Tutto chiarito, o quasi, tra i sindaci del Sud Salento, Regione e Provincia. Il progetto di riqualificazione della strada si fermerà qualche chilometro prima di Santa Maria di Leuca

Mario Loizzo, assessore regionale ai Trasporti, ha sgombrato subito il campo da equivoci. Da quel che sarebbe stato un malinteso di fondo, a suo dire: "Non era nostra intenzione ridimensionare il progetto della 275 con lo scopo di trasferire una parte dei fondi destinati al raddoppio della Maglie-Santa Maria di Leuca, sull'adeguamento della Maglie-Otranto". Lo ha ribadito in più passaggio durante il suo intervento nell'ambito dell'incontro tenutosi questa mattina a Palazzo dei Celestini tra Regione, Provincia di Lecce e i sindaci dei Comuni del Sud Salento i cui territori sono fortemente interessati alla lingua d'asfalto che si estenderà da Maglie fino in prossimità di Santa Maria di Leuca: Alessano, Andrano, Botrugno, Castrignano del Capo, Gagliano del Capo, Maglie, Melpignano, Muro Leccese, Montesano, Nociglia, San Cassiano, Scorrano, Surano, Tiggiano e Tricase".

Il raddoppio della Maglie-Santa Maria di Leuca quindi arriverà fino a Gagliano del Capo. Si fermerà lì, dove il mare si può già scrutare, per evitare la ricaduta sull'impatto ambientale che l'esecuzione del progetto originario avrebbe potuto avere sul viadotto San Dauna. Il prossimo 19 marzo, Regione, Provincia, Anas e sindaci del Sud Salento si siederanno intorno ad un tavolo per mettere tutto nero su bianco.

"Oltre 165 milioni di euro sono lì ed aspettano di essere investiti su un progetto condiviso da tutti - ha detto Loizzo - perché la Regione ha tra i suoi punti programmatici prioritari quello inerente l'adeguamento della viabilità nel Salento, compresa anche la realizzazione del tratto di strada mancante sull'asse Taranto-Lecce.

Premessa doverosa che l'assessore regionale ai Trasporti ha dovuto fare prima di lasciare la parola agli interventi dei sindaci che hanno partecipato all'incontro. I quali, in un documento congiunto inviato ai vertici istituzionali, primo tra tutti il ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro, avevano espresso non poche perplessità sull'improvviso dietro front da parte della Regione che avrebbe voluto invece fermare il raddoppio della 275 molto prima, all'altezza di Montesano. "Presa visione della delibera regionale del 15 febbraio scorso, lamentiamo il mancato coinvolgimento delle amministrazioni comunali in ordine ad una decisione di così rilevante portata per l'interesse del Capo di Leuca pur avendo le stesse assicurato contributi positivi in tutto l'iter di elaborazione del progetto - c'è scritto ne documento - contemperando l'esigenza di tutela ambientale con quella di messa in sicurezza dell'intero tratto viario".

Ma questa sembra essere ornai acqua passata. Intanto l'Anas ha varato l'ammodernamento della Maglie-Otranto, il tratto di strada in questione è lungo 14 chilometri, il cui importo complessivo del progetto ammonta a quasi 82mila euro. E nei termini consentiti dalla legge saranno appaltati i lavori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Statale 275: raddoppio fino a Gagliano del Capo

LeccePrima è in caricamento