Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Stessa spiaggia e stessi furti. Denuncia e foglio di via per due turisti laziali

Continua senza sosta l'attività di controllo dei carabinieri della compagnia di Tricase per contrastare il fenomeno dei furti e dello spaccio di droghe, oltre alle violazioni del codice stradale. Un controllo capillare del territorio che ha portato a numerose denunce. Identificati due turisti ritenuti gli autori di alcuni furti

TRICASE – Continua senza sosta l’attività di controllo dei carabinieri della compagnia di Tricase per contrastare il fenomeno dei furti e dello spaccio di droghe, oltre alle violazioni del codice stradale, molto spesso causa di gravi incidenti.

All’attività hanno partecipato trenta carabinieri su quindici automezzi. Sono stati 131 gli autoveicoli controllati, e 174 le persone identificate. In particolare è stata verificata la posizione di una ventina di soggetti sottoposti a misure di prevenzione, sicurezza e arresti domiciliari. Numerosi i posti di controllo sulle principali arterie di comunicazione e le vie del mare. Aumentati i controlli di soggetti con precedenti di polizia o sottoposti a misure restrittive della libertà.

Grazie al massiccio impiego di pattuglie e militari, sono stati identificati due turisti laziali ritenuti responsabili di almeno due furti in esercizi commerciali dell’area del Capo di Leuca. I due M. M. 53enne di Lariano e I. V. 47enne, in vacanza nella zona di San Gregorio, avevano preso di mira la catena di magazzini Totò Piccinni. Grazie al sistema di videosorveglianza, i due sono stati immortalati dalle telecamere mentre, con fare circospetto, si impossessavano di un materassino matrimoniale del valore di cinquanta euro. Sembrava impossibile poter identificare quei due nella moltitudine di turisti. I militari dell’Arma, dopo la denuncia, hanno acquisito le immagini e dopo pochi giorni li hanno scoperti. I due, infatti, sono tornati in uno dei negozi della catena destando sospetto nei commessi che li hanno seguiti, anche se non avevano acquistato nulla, come se fossero tornati sulla scena del delitto, secondo un vecchio adagio.

Dopo un paio di giorni i due hanno fatto nuovamente visita ai magazzini, e sono stati riconosciuti dal proprietario che, che ha subito chiamato i carabinieri dell’Aliquota Radiomobile che subito hanno intercettato i due, per altro già noti. Nel corso della perquisizione domiciliare è stato recuperato il materassino rubato alcuni giorni prima e sequestrati gli abiti indossati dai due il giorno del furto. Durante la perquisizione i carabinieri della stazione di Castrignano del Capo, giunti in ausilio ai colleghi di Tricase, hanno riconosciuto i due quali autori di un altro furto consumato nell’agosto del 2014 a Santa Maria di Leuca, in un negozio di abiti griffati, dove avevano sottratto un giubbotto del valore di circa cinquecento euro. A carico dei due oltre che la denuncia in stato di libertà è stata inoltrata alla questura di Lecce richiesta di foglio di via obbligatorio dai comuni di Tricase e Castrignano del Capo.

Ad Alessano, i Carabinieri della locale Stazione, hanno denunciato in stato di libertà, per furto aggravato, O. E. 34enne del posto, che ha pensato bene di impossessarsi delle coordinate bancarie della carta di credito di S.C. 85 enne, deceduto nel maggio scorso, per pagarsi i biglietti aerei per un valore di 3.600 euro, per una vacanza fuori dai confini nazionali.

L’attività di polizia giudiziaria della compagnia di Tricase si è concentrata anche sull’attività di spaccio di stupefacenti. Tra i denunciati A. O., 24 enne di Corsano, trovato in possesso di quattro grammi di marijuana, tre grammi hashish e quattro grammi di eroina.

A Miggiano un 50 enne ha pensato bene occultare tra gli ortaggi del suo giardino ben 28 piante di marijuana. La piantagione clandestina, purtroppo per lui, non è rimasta inosservata ai militari della stazione di Specchia che durante una mirata perquisizione domiciliare hanno messo fine all’attività illecita. L’uomo è stato denunciato in stato di libertà anche perché è stato sorpreso in possesso di diciassette grammi di marijuana in essiccazione. Sempre in materia di sostanze stupefacenti, durante i numerosi controlli, tre giovani del Capo di Leuca sono stati sorpresi e segnalati alla competente autorità amministrativa per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti poiché trovati in possesso di modiche quantità di eroina e marijuana.

Durante i controlli sulla circolazione stradale, sono stati sanzionati 48 cittadini mentre uno di loro, A. L., 35 enne di Acquarica del Capo, già noto. è stato denunciato all’autorità giudiziaria per guida senza patente. Nelle marine di Pescoluse e Torre Vado invece, sono stati fermati due cittadini stranieri: il primo E. M. di trentacinque anni era alla guida di un ciclomotore privo di patente di guida poiché revocata; il secondo N. M. di 24 anni, sorpreso con una bicicletta da uomo del valore di 700 euro, rubata il 2 agosto scorso a Tricase. Entrambi sono stati deferiti in stato libertà. Il ciclomotore è stato restituito al proprietario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stessa spiaggia e stessi furti. Denuncia e foglio di via per due turisti laziali

LeccePrima è in caricamento