Striscione davanti al palazzo della Regione: “La vera emergenza è questo Governo”

La scritta trovata da un impiegato questa mattina, all’ingresso degli uffici di viale Aldo Moro, a Lecce. L’autore sarebbe un movimento denominato “Italiani che non si arrendono" e riconducibile a formazioni della Destra

Lo striscione esposto nella notte.

LECCE – “La vera emergenza è questo Governo”. È lo slogan impresso su uno striscione, nelle ultime ore, poi affisso all’esterno del palazzo di viale Aldo Moro, a Lecce, nel quale sono ospitati gli uffici distaccati della Regione Puglia.  Lo striscione è stato piazzato da qualcuno nel cuore della notte e poi ritrovato, al momento dell’apertura degli uffici, da uno dei dipendenti dell’ente. Sul luogo sono accorsi gli agenti della Digos della questura leccese per recuperare il fascione in stoffa, rimuovendolo da una sede istituzionale.

Il messaggio, che contiene anche il tricolore a mo' di firma, è verosimilmente rivolto al nuovo Decreto ministeriale che disciplina le IMG_1096-2misure di protezione durante l’emergenza sanitaria. L’iniziativa, con ogni probabilità riconducibile a formazioni della Destra, sarebbe stata replicata anche in altre città italiane, agli ingressi delle prefetture e di altre sedi istituzionali. Diverse, infatti, le immagini con striscioni simili anche davanti a municipi e palazzi che ospitano gli enti. Un comunicato, intanto, è stato divulgato in mattinata a firma di un non meglio specificato movimento denominato “Italiani che non si arrendono”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All’origine del malcontento, vi sarebbero le politiche sulla gestione dei migranti. "La vera emergenza - si legge in un comunicato stampa (il cui mittente, lo ribadiamo, ha preferito restare anonimo e non si è palesato, ndr) - è un governo nato da un inciucio e non votato dagli italiani, che per governare e per non dare la parola di nuovo ai cittadini preferisce terrorizzarli, imbavagliarli e metterli gli uni contro gli altri. Un governo abusivo che ha lasciato famiglie senza stipendi, che nonostante la crisi economica chiede tasse a imprese e commercianti, che ha millantato miliardi da Bruxelles con il Recovery Fund e che invece non ha ancora ricevuto un euro da quell’Unione Europea che non vede l’ora di farci firmare il Mes per metterci la Troika in casa. Un governo che trova i soldi per sanare clandestini, che toglie le multe alle Ong ma continua a tassare gli italiani, un governo che ti impone la mascherina all’aperto, che ti dice in quanti puoi celebrare il tuo matrimonio o il tuo funerale per poi spalancare porti a centinaia di immigrati, gli stessi stipati e ammassati nei centri di accoglienza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Muro abbattuto da braccio della betoniera, investiti studenti: muore in ospedale 22enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento