Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Studium 2000, sull'indagine nuovo vertice in Procura

Vertice mercoledì mattina in Procura in merito all'inchiesta che riguarda il complesso universitario per cui è indagato Giovanni Semeraro. La richiesta è stata avanzata dal suo legale, Andrea Sambati

studium

LECCE - Nuovo vertice mercoledì mattina in Procura in merito all'inchiesta che riguarda il complesso universitario "Studium 2000", già sottoposto a sequestro preventivo, lo scorso 25 maggio, dai carabinieri del Noe di Lecce poiché potrebbe essere inquinata da sostanze nocive per la salute.

Il complesso è stato poi dissequestrato all'inizio di luglio. L'ipotesi di reato alla base delle indagini è che la causa della contaminazione del suolo potrebbe essere in qualche modo collegata al fatto che il terreno è adiacente all'ex deposito di proprietà della "Rg Semeraro", già dismesso nel 1997. Un'ipotesi che ha portato all'iscrizione dell'imprenditore, Giovanni Semeraro, nel registro degli indagati.


Il nuovo vertice è stato voluto proprio dal legale di Semeraro, l'avvocato Andrea Sambati, che ha chiesto che vengano svolti nuovi accertamenti tecnici dopo quelli che hanno interessato l'area nei mesi scorsi. All'incontro, oltre al magistrato titolare del procedimento, il procuratore aggiunto Ennio Cillo, dovrebbero partecipare i consulenti nominati dalla Procura, il chimico Mauro Sanna e il geologo Bruno Grego; i consulenti nominati dall'Università del Salento (in qualità di parte offesa), il professor Antonio Federico (ordinario di Geotecnica del Politecnico di Bari) e gli esperti del Consorzio Inca, e una geologa nominata dall'unico indagato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studium 2000, sull'indagine nuovo vertice in Procura

LeccePrima è in caricamento