rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
0 °
Cronaca Trepuzzi

Stupefacenti e banconote false, arriva il verdetto: condanna a più di 7 anni di reclusione

La sentenza emessa oggi nel processo abbreviato dal giudice Angelo Zizzari per due episodi avvenuti il 28 marzo e il 1° dicembre del 2023 a Trepuzzi

TREPUZZI - E’ di sette anni, 4 mesi, e 15 giorni di reclusione, più il pagamento di una multa di 21mila e 400 euro la condanna inflitta a Raffaele Giannone, 64 anni di Trepuzzi, per due vicende che gli costarono l’arresto legate alla detenzione di droga e di soldi falsi.

La sentenza è stata emessa nelle scorse ore dal giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Lecce Angelo Zizzari, al termine del processo discusso col rito abbreviato in cui l’imputato era assistito dall’avvocato Antonio Savoia.

In particolare, questi i due episodi finiti al vaglio del gup: il primo risale al 28 marzo del 2023, quando i carabinieri trovarono nella sua abitazione 8 dosi di cocaina, un etto di hashish, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi, 1500 euro in contanti e 280 banconote false da 10 euro; il secondo, al 1° dicembre dello stesso anno, quando il personale dell’Arma giunto in casa sua per notificargli l’aggravamento della misura cautelare disposto nei suoi riguardi (era all'obbligo di dimora), scoprirono oltre mezzo chilo di cocaina tra le sponde del letto matrimoniale, che fu sequestrato con la somma di 7.500 euro in contanti, ritenuta provento dell'attività di spaccio.

Le motivazioni della sentenza saranno depositate entro novanta giorni.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupefacenti e banconote false, arriva il verdetto: condanna a più di 7 anni di reclusione

LeccePrima è in caricamento