Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Lo storico della filosofia Loris Sturlese all'Accademia dei Lincei

Per la prima volta in qualità di socio all'inaugurazione dell'anno accademico: "Un riconoscimento anche per l'impegno nella promozione degli studi"

Loris Sturlese.

LECCE – Questa mattina è insediato formalmente presso l’Accademia dei Lincei il professor Loris Sturlese, ordinario di Storia della filosofia medievale dell’Università del Salento.

Il docente dell’ateneo leccese - attivo nel Dipartimento di Studi Umanistici - era stato nominato a fine luglio socio corrispondente per la classe di Scienze Morali, Storiche e Filologiche – Categoria V, Scienze Filosofiche.

Nelle scorse ore, a Roma, si è svolta l’inaugurazione dell’anno accademico, al termine della quale il docente, raggiunto telefonicamente, ha così commentato: “Per me significa un riconoscimento che credo non sia soltanto per il lavoro che ho fatto dal punto di vista scientifico, ma anche per l’impegno che ho cercato di mettere nella promozione degli studi in una università che tutto sommato non è tra le più centrali d’Italia. Devo dire che questo sforzo, condiviso con un gruppo di validi studiosi, è stato apprezzato anche in relazione alla nomina come presidente della Società internazionale per lo studio della filosofia medievale”.

Sul futuro dell’Università del Salento, Sturlese ha una visione che mira a valorizzare i percorsi di eccellenza: “Nessuna università ha un futuro solo nella didattica perché poco a poco l’appeal diminuisce. L’ateneo deve fare delle scelte, potrebbe sviluppare un mix virtuoso tra missione di insegnamento e capacità di attrazione”.

Una strada da seguire è certamente, dice l’accademico dei Lincei, quella della internazionalizzazione: “Il ministero e Anvur spingono in questa direzione, la via è complessa, ma gli studenti si rendono conto di questo aspetto della formazione. Il corso in filosofia vede un numero crescente di iscritti nella magistrale, perché tutto sommato gli studenti sanno di trovare all’interno dell’attività del corso di laurea il percorso di completamento che consiste negli studi condotti all'estero. Nell’epoca della globalizzazione anche le università periferiche dal punto di vista geografico posso essere in una situazione di centralità semplicemente se hanno rapporti internazionali”.

Note sull'Accademia dei Lincei. 

L’Accademia dei Lincei, fondata nel 1603 da Federico Cesi, è la più antica accademia scientifica del mondo; annoverò tra i suoi primi soci Galileo Galilei. Massima istituzione culturale italiana, gode dell’alto patronato permanente del Presidente della Repubblica. È attualmente presieduta dall’economista Alberto Quadrio Curzio.

I soci sono complessivamente 540 (180 nazionali, 180 corrispondenti e 180 stranieri). La nomina è a vita e si accede attraverso un complesso e riservato procedimento di cooptazione. I Lincei della Filosofia sono in numero massimo di 16: fra loro Tullio Gregory, Gennaro Sasso, Vittorio Mathieu, Fulvio Tessitore, Enrico Berti, Emanuele Severino, Paolo Galluzzi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo storico della filosofia Loris Sturlese all'Accademia dei Lincei

LeccePrima è in caricamento