Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Sospeso dal lavoro, fugge dall'agenzia con hard disk pieno di dati protetti

Un 40enne ha ricevuto una sanzione disciplinare dalla società per cui lavora proprio perché si sarebbe appropriato anche in passato di informazioni custodite negli archivi. Si è appropriato del supporto ed è scappato. Arrestato per rapina impropria

Foto di archivio.

LECCE – Cosa se ne facesse di quei dati, non è ancora dato saperlo, ma il valore economico delle informazioni riservate contenute in quell’hard disk è considerato molto elevato. E un 40enne, dipendente di una società di assicurazioni sita in viale Giovanni Paolo II, non ha esitato a sottrarlo nel momento in cui, intorno a mezzogiorno, gli è stato notificato un provvedimento di sospensione. 

La sanzione è scaturita a fini disciplinari proprio perché, in anche precedenza, l'uomo si sarebbe appropriato di dati custoditi negli archivi. Subito dopo aver firmato il provvedimento aziendale,  G.D. - queste le iniziali - si è diretto verso un computer e ha asportato, davanti ad altri dipendenti della società, l’hard disk, spingendo una donna con violenza contro un muro. Il 40enne è riuscito quindi ad allontanarsi con l’auto a sua disposizione e si è diretto presso la propria abitazione, dove successivamente è stato raggiunto dai poliziotti.

Gli agenti, oltre ad aver recuperato il supporto sottratto in agenzia, hanno sequestrato tutto il materiale informatico che hanno trovato in quanto il dipendente infedele – ora agli arresti domiciliari per rapina impropria - avrebbe avuto tutto il tempo di copiare, trasferire e comunque divulgare dati protetti, sensibili e di tipo giudiziario contenuti nell’hard disk.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospeso dal lavoro, fugge dall'agenzia con hard disk pieno di dati protetti

LeccePrima è in caricamento