Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Sul bagnasciuga un involucro, dentro 30 chili di marijuana

Il rinvenimento a Felloniche, frazione di Patù sulla costa. La sostanza è stata sequestrata dai carabinieri. Non è chiaro nel corso di quale sbarco sia stata persa o abbandonata di proposito dai trafficanti

Foto di repertorio.

PATU’ – Un involucro, contenente circa 30 chilogrammi di marijuana, è stato trovato questa mattina a Felloniche, marina di Patù. Si tratta di una località turistica del Capo di Leuca, abitata principalmente d’estate, dove lo scoglio digrada verso il litorale sabbioso.  

L’involucro, in effetti, si trovava sul bagnasciuga, ma lontano dalla strada e quindi non semplice da scovare a una semplice occhiata. Una segnalazione ha fatto arrivare sul posto i carabinieri della stazione di Castrignano del Capo, che erano già di perlustrazione sul territorio. I militari hanno recuperato e posto sotto sequestro il pacco, ben sigillato, che sarà stato sospinto dalla corrente verso la costa, perso da qualche imbarcazione di trafficanti di stupefacenti nel corso degli sbarchi che nel Salento avvengono principalmente all’alba.

Si tratta del secondo ritrovamento in poco tempo. Il 19 marzo scorso n’era avvenuto uno in una  località però molto lontana da Felloniche, a Casalabate, marina di Squinzano, posta quasi al confine con la provincia di Brindisi. Peraltro, di sostanza ce n’era molto meno, 1 chilo e 650 grammi. Molto più corposo, dunque, il ritrovamento di questa mattina dei militari della stazione che fa capo alla compagnia di Tricase. Resta però il mistero sulla provenienza.

Negli ultimi giorni non risultano sbarchi o passaggi sospetti di trafficanti, lungo le coste, ai carabinieri comandati dal tenente Alessandro Riglietti. E nelle cronache, per ritrovare qualche fatto noto (alla stampa, almeno), bisogna andare a ritroso fino alla seconda settimana di marzo,  quando due soggetti sono stati visti fuggire a bordo di un gommone, dopo essere sbarcati a Porto Miggiano, nei pressi di Santa Cesarea Terme, lasciando nelle mani dei carabinieri 183 chilogrammi di droga. 

Questi 30 chili, dunque, potrebbero essere stati persi anche molto tempo addietro, oppure lanciati volontariamente in mare, per alleggerire qualche imbarcazione in difficoltà, nel corso di uno dei vari sbarchi che si concludono con successo per le organizzazioni criminali.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sul bagnasciuga un involucro, dentro 30 chili di marijuana

LeccePrima è in caricamento