Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

La "banda del pannello" torna alla carica nei campi e fugge con 200 moduli

Il furto è stato consumato nella ore notturne all'interno di un campo fotovoltaico sulla Surbo-Torre Rinalda. In azione cinque individui che hanno caricato più pannelli possibili a bordo di un furgone bianco, abbandonandone diversi sul posto. Per le indagini è intervenuta la polizia

Repertorio.

SURBO – Torna alla carica la “banda del pannello”, che ormai sta facendo vere e proprie razzie nei campi fotovoltaici della provincia di Lecce. Da mesi, con inquietante frequenza, gruppi di predoni s’infilano con furgoni nei tratti di campagna, affamati di silicio.

Ultimamente l’epicentro dei furti, dopo aver razziato il centro della penisola salentina, sembra diventata l’area intorno a Lecce, tanto che anche la notte scorsa ad essere preso di mira è stato un campo lungo la strada che collega Surbo alla marina leccese di Torre Rinalda. 

Stando a quanto rilevato dalle riprese del sistema di videosorveglianza, che saranno analizzate nel dettaglio dalla squadra mobile di Lecce, ad agire sono state almeno cinque individui che hanno tagliato la rete, smontato non meno di 230 pannelli, per caricarne il più possibile in un furgone bianco, e fuggire. Una trentina di moduli sono però rimasti abbandonati in mezzo alle campagne.

Forse sono stati disturbati o magari non avevano più spazio all’interno. Sul posto, per un primo sopralluogo, sono intervenute le volanti di polizia. Il danno è da quantificare, ma dovrebbe ammontare a diverse decine di migliaia di euro.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La "banda del pannello" torna alla carica nei campi e fugge con 200 moduli

LeccePrima è in caricamento