menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La caserma della compagnia di Maglie.

La caserma della compagnia di Maglie.

Cocaina ed eroina, arrestati in due dopo pedinamenti e perquisizioni

A Maglie fermato un 44enne di Surbo. Il grosso della droga era in garage. A Trepuzzi, nei guai è finito un uomo di 60 anni

LECCE –Uno trovato con la cocaina, l’altro con l’eroina. Due arresti sono stati eseguiti nella giornata di ieri dai carabinieri in operazioni distinte e che non hanno incroci fra loro, ma che la dicono comunque lunga sulla diffusione delle sostanze stupefacenti in provincia di Lecce, dove, negli ultimi periodi, sono state decine le persone fermate. Dei due episodi, quello più particolare riguarda Maglie, non fosse altro perché per detenzione ai fini di spaccio è finito un insospettabile operatore ecologico, residente a Surbo.

Surbino fermato a Maglie con cocaina

A bloccare Oronzo Marzo, 44enne, sono stati i carabinieri della sezione radiomobile magliese, durante un servizio mirato. Ovvero, nei giorni precedenti i carabinieri devono aver fiutato movimenti sospetti e così hanno fatto un approfondimento, fermando l’uomo in auto. E, durante la perquisizione, hanno trovato una dose da 0,60 grammi di cocaina, più 310 euro in contanti, somma sequestrata, in quanto ritenuta provento di spaccio.

E non è certo tutto. La perquisizione, infatti, è stata estesa anche presso la sua abitazione di Surbo e qui, nel garage, i carabinieri hanno trovato poco più di 15 grammi ulteriori di cocaina, 2,5 di marijuana e 8,5 di mannite, sostanza utilizzata per il taglio. Tutto questo, insieme con materiale vario per il confezionamento. L’uomo è finito ai domiciliari.

Trepuzzi, eroina: nei guai 60enne

L’altro arresto è avvenuto a Trepuzzi, dove al termine di un’indagine, i carabinieri della sezione operativa di Campi Salentina hanno arrestato Antonio Rampino, 60enne. Durante un’attività di osservazione a distanza, Rampino è stato visto per ben tre volte cedere dosi di stupefacenti nei confronti di altrettanti acquirenti, tutti poi fermati e segnalati alla Prefettura. Perquisita la sua abitazione, sono state trovate sei dosi per circa 7 grammi di eroina, insieme a tre bilancini di precisione. Anche per lui, difeso dall’avvocato Antonio Savoia, sono scattati gli arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento