menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Svaligiate due abitazioni in città. Ma preso il ladro seriale di bottiglie di rum

Danni da quantificare in via Simini e in via De Giorgi. E intanto, al terzo furto in un market, è stato arrestato un leccese

LECCE – Topi d’appartamento di nuovo in azione a Lecce. Almeno due le abitazioni “visitate” dai ladri di recente, con danni ingenti per le vittime. In un caso, peraltro, avvenuto in via Simini (nei pressi del cavalcavia di viale Leopardi), è difficile anche stabilire quando si sia consumato il tutto, perché madre anziana e figlio erano fuori da alcuni giorni per problemi di salute. S’ipotizza fra domenica 4 e lunedì 5 marzo.

E’ stata una vicina di casa a notare porta aperta e luce accesa, avvisando così il genero. Ed è stata chiamata la polizia, una volta appurato quanto avvenuto. L’abitazione è stata trovata a soqquadro, segno che i ladri devono aver agito con relativa tranquillità, forse sapendo che non sarebbe rientrato nessuno a breve.

Quasi nelle stesse ore, poi, in via Cosimo De Giorgi, nel rione Salesiani, è stato scoperto un altro furto, questa volta in un appartamento al quinto piano di uno dei tanti palazzi della zona. Anche in questo caso, le stanze sono state trovate a soqquadro. Da quantificare il bottino. Sembra che la porta sia stata aperta senza effrazione, forse usando le classiche chiavi bulgare. In entrambi i casi è intervenuta la scientifica.   

Ladro seriale di liquori: tre i furti 

Sempre a Lecce, ieri è stato arrestato un giovane, Giorgio De Rinaldis, per ben tre furti consumati in supermercati Conad. Non è chiaro perché scegliesse sempre market di quella catena, ma sapeva bene cosa cercare: bottiglie di rum. Per tre volte n’è uscito con due al seguito, da rivendere poi a cittadini stranieri. Le indagini e la visione delle videocamere hanno ricondotto a lui abbastanza facilmente.

Sabato scorso il primo episodio, in via Zanardelli, a Lecce. Domenica il secondo, nel centro commerciale di Cavallino. Martedì, ancora in via Zanardelli, dove però una volante è arrivata sul posto, cogliendolo in flagranza. Il pubblico ministero di turno, Milto De Nozza, l’ha spedito ai domiciliari, in attesa della direttissima

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento