Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Melissano

Sventata una rapina, abbandonano fucile e passamontagna. Un arresto per furto d'auto

Trovata una Fiat Uno rubata a Ugento, con arma e altri oggetti. In due sono riusciti a fuggire a piedi. A Martano, invece, i carabinieri hanno arrestato in flagranza un 33enne di Spongano che tentava di rubare un'autovettura

 

LECCE – Un’ipotetica rapina sventata a Melissano ed un furto d’auto scoperto nel vivo, con tanto di arresto del malfattore a Martano. E’ stata una serata movimentata, per i carabinieri salentini, quella appena trascorsa.

La microcriminalità non dà tregua ed è per questo motivo che sono stati intensificati i controlli nei centri più a rischio. Come quelli del basso Salento, dove di recente si sono registrare diverse rapine, specie ai danni di distributori di carburanti e tabaccherie. E sebbene non sia chiaro chi o cosa volessero colpire due malviventi riusciti a scappare, ieri sera, intorno alle 21,15, dopo aver visto una pattuglia della stazione locale, certo è che con volti coperti e un fucile a canne mozze, le loro intenzioni dovevano essere piuttosto bellicose.  

Tant’è: i loro piani sono saltati proprio all’arrivo dei militari e si sono così dispersi a piedi per le vie del centro, abbandonando l’auto con cui avevano raggiunto il paese. Sono stati inseguiti per un tratto, ma poi, dividendosi, hanno fatto perdere le tracce. I volti erano erano in parte coperti da cappellini. Ma in dotazione, come detto, avevano ben altro.

In via Arrigo Boito, infatti, i carabinieri hanno trovato una Fiat Uno rubata la notte precedente a Ugento. Dentro, un fucile a canne mozze calibro 16, carico, due passamontagna, un berretto, e due coppie di guanti. Tutto posto sotto sequestro, per essere analizzato dalla scientifica, nella speranza che vi siano particolari tracce o impronte lasciate dai due individui, al momento ricercati su tutto il territorio di competenza della compagnia di Casarano.

A Martano, invece, i carabinieri della stazione locale, dipendenti dalla compagnia di Maglie, hanno colto in flagranza di reato Marco Giannelli, 33enne di Spongano. Risponde di tentato furto aggravato ed è stato trascinato in carcere, dopo essere stato sorpreso, mentre stava provando a rubare una Fiat Panda, di proprietà di una donna di 45 anni di Martano. Giannelli non era solo. Con lui c’era anche un complice, visto da alcuni cittadini, che hanno chiamato il 112. Questi, però, è riuscito a scappare e al momento non è ancora stato identificato. Gli attrezzi da scasso sono stati sottoposti a sequestro. Nei confronti di Giannelli, come sanzione accessoria, è stato proposto il foglio di via obbligatorio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sventata una rapina, abbandonano fucile e passamontagna. Un arresto per furto d'auto

LeccePrima è in caricamento