menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tagliano arbusti e bruciano resti della potatura: sequestro e due denunciati

Intervento dei carabinieri forestali di Tricase in zona “Grotta Terradico” a Gagliano del Capo. Attività irregolare svolta in un terreno ricadente nel parco naturale

GAGLIANO DEL CAPO - Sono stati sorpresi  ed effettuare il taglio di arbusti e vegetazione in una zona di macchia mediterranea in un terreno di oltre 4 mila metri quadri e ricadente nell’area naturale protetta del parco regionale  “Costa Otranto-Santa Maria di Leuca e bosco di Tricase”. Così in violazione delle norme di tutela delle aree protette e per il deturpamento delle specie vegetali sono stati denunciati due uomini, S.W. 65enne e T.L.G.C., 64enne del posto.

Il controllo è stato effettuato dai carabinieri della stazione forestale di Tricase. I militari sono infatti intervenuti nella zona di Gagliano del Capo, in località “Grotta Terradico”, dove hanno trovato i due uomini intenti a tagliare alcuni alberi e arbusti di macchia mediterranea, per liberare un terreno ricadente però in area protetta, e bruciando poi i relativi residui della potatura nella stessa zona.

Informata l’autorità giudiziaria si è poi provveduto anche al sequestro preventivo, come misura cautelare, per l’area interessata dall’attività non consentita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Sorpreso a confezionare dosi di cocaina, scatta l'arresto

  • Politica

    Iniezione di personale a Nardò: il Comune assume 53 unità

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento