Cronaca Melendugno

Ripristino dello stato dei luoghi dopo i carotaggi. Tap passa alla ricerca di residuati

Sono in corso da parte di tecnici e incaricati di Tap diverse attività nell’area che, in base al progetto, del gasdotto sarà interessata dal microtunnel fino al terminale di ricezione. Prosegue intanto la potatura degli ulivi per il piano Silletti

MELENDUGNO – Sono in corso da parte di tecnici e incaricati di Tap diverse attività nell’area che in base al progetto del gasdotto sarà interessata dal microtunnel fino al terminale di ricezione in agro di Melendugno.

La prima riguarda il ripristino dello stato dei luoghi nei punti in cui nel maggio scorso sono stati effettuati i sondaggi geognostici. In particolare, spiega una nota di Tap, “a mezzo della stessa macchina che effettuò a suo tempo i carotaggi, vengono rimossi i tubi (del diametro di circa dieci centimetri) in Pvc e calcestruzzo per mezzo dei quali è stato monitorato il sottosuolo. I ‘buchi’ saranno quindi riempiti fino a circa un metro dal suolo con una miscela certificata di ghiaia e sabbia proveniente da una cava locale; in superficie, infine sarà ripristinato lo strato vegetale”.

Nei prossimi giorni saranno avviate con l’utilizzo di metal detector le ricerche di eventuali residuati bellici da bonificare. I risultati saranno poi certificati dal ministero della Difesa. Intanto sempre nell’area destinata al micro tunnel prosegue lapotatura degli ulivi nei terreni su cui Tap ha acquisito i diritti, in ottemperanza alle previsioni del piano Silletti contro la diffusione del batterio della Xylella fastidiosa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripristino dello stato dei luoghi dopo i carotaggi. Tap passa alla ricerca di residuati

LeccePrima è in caricamento