Cronaca

Stabilimento sequestrato: per il Tar la concessione demaniale è legittima

I giudici respingono il ricorso di una società concorrente. Ma sulla struttura a Torre Castiglione pende una indagine penale dal novembre scorso

La sede del Tar a Lecce.

LECCE – Se sul fronte penale la novità dei giorni scorsi è la chiusura delle indagini, anche sul versante amministrativo la vicenda dello stabilimento balneare sequestrato a Torre Castiglione (Porto Cesareo) segna un passo avanti: il Tar di Lecce ha ritenuto legittima la concessione demaniale rilasciata nel 2015 dal Comune di Porto Cesareo alla società proprietaria del villaggio Chiusurelle. 

Il ricorso era stato proposto da una società concorrente che voleva spostare in quell’area la concessione di cui era già titolare e che rivendicava un impatto ambientale più contenuto della propria proposta. I giudici amministrativi hanno accolto le tesi di Pietro Quinto, che difendeva il Comune di Porto Cesareo, e di Ernesto Sticchi Damiani e Lucia Molinari per conto della società aggiudicataria. Tutti i pareri acquisiti nel corso del procedimento sono stati ritenuti regolari. In sostanza nella sentenza si nega il diritto di prelazione ai ricorrenti e si sancisce la correttezza della procedura comparativa adottata dall’amministrazione comunale.

Lo stabilimento in questione è entrato in funzione per tutta l’estate del 2016, provocando il malcontento dei bagnanti per la sottrazione di un pezzo di spiaggia libera. Nel novembre scorso la guardia costiera appose i sigilli alla struttura ipotizzando l’occupazione abusiva di demanio e la realizzazione di strutture in difformità e assenza del permesso. Dalle verifiche fatte presso il catasto, inoltre, emerse un particolare anomalo per il quale si tirò in ballo anche un possibile caso di falso ideologico: la particella che corrisponde allo stabilimento, pur compresa nel demanio, risultava come proprietà privata. Di tutto questo si sta occupando l’indagine penale, giunta comunque a un primo punto di svolta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stabilimento sequestrato: per il Tar la concessione demaniale è legittima

LeccePrima è in caricamento