menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Tar di Lecce.

Il Tar di Lecce.

Tar dà ragione al lido: sospende misura del Comune, stabilimento resta montato

L’ordinanza emessa nella giornata di ieri dal Tribunale amministrativo leccese. Lo stabilimento “Samanà beach” di Punta Prosciutto di Porto Cesareo potrà restare in piedi

PORTO CESAREO – A febbraio scorso gli era stato notificato un provvedimento di demolizione, ma ora il lido potrà restare montato fino alla udienza definitiva. Lo ha stabilito il Tar di Lecce, con una ordinanza emanata ieri circa lo stabilimento balneare “Samanà beach”, in località Punta Prosciutto di Porto Cesareo. È stato infatti accolto il ricorso presentato dai titolari della società contro l’amministrazione comunale del borgo ionico.

Quest’ultima, pur avendo concesso le autorizzazioni alla società, aveva imposto alla stessa lo smontaggio di alcune parti della struttura. Mentre il corpo principale del lido occupa infatti parte di area privata, alcuni annessi risiedono su suolo pubblico. Il Comune aveva ordinato al lido il ripristino dei luoghi entro 90 giorni dal provvedimento notificato.

L’attività gestita dalla Samanà srl, pur munita di titolo edilizio senza limiti stagionali, era stata raggiunta dalla misura di smontaggio riferita solo ai servizi igienici riservati al personale e al pubblico; al locale di primo soccorso e a quello che fungeva da ufficio. Come dire: il lido va bene, resti pure, ma i servizi hanno invece carattere stagionale.  La società, difesa dall’avvocato Gianluigi Manelli del Foro di Lecce, ha dunque presentato il ricorso al Tribunale amministrativo, ritenendo la decisione illegittima e contraddittoria.

La scelta del Tar proprio davanti a questa presunta illogicità dell'agire amministrativo ha ritenuto di dover lasciare montato lo stabilimento. I giudici hanno anche considerato il fatto che, indipendentemente dal sito e dalla legislazione locale, in questo momento storico alcune disposizioni nazionali prorogano tutti i termini come titoli, permessi e  concessioni, tra i quali anche i termini previsti per lo smontaggio. Il Tar si è inoltre mosso con una particolare attenzione davanti all’evidente situazione imprenditoriale critica dovuta alla pandemia in corso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento