Tarsu, niente bollette sui rifiuti per la fasce deboli

Circa 230 famiglie nelle fasce sociali più deboli otterranno l'esonero completo dalla Tarsu: lo ha deciso la giunta di Casarano per venire incontro ai cittadini in difficoltà nel periodo della crisi

CASARANO - Le famiglie delle fasce sociali più deboli di Casarano otterranno l'esonero totale dalla Tassa per lo smaltimento dei Rifiuti solidi urbani. È questa la scelta significativa arrivata dalla giunta comunale locale, presieduta dal sindaco Ivan De Masi, che nelle scorse ore, ha ratificato l'elenco di quei cittadini, che usufruiranno dell'esenzione totale dalla Tarsu.

Soddisfazione è stata espressa dall'assessorato ai servizi sociali del comune e da tutta l'amministrazione, che hanno sottolineato il valore dell'iniziativa, che di fatto sostiene le fasce più deboli della cittadinanza, in una fase economica controversa, che ha già messo in difficoltà molte famiglie. Una sorta di aiuto definito "simbolico", che dovrebbe alleggerire i problemi di alcuni nuclei in situazione più critica.

Nello specifico, le famiglie che saranno totalmente sgravate dalla Tarsu sono quelle il cui reddito complessivo (I.s.r.), al netto del reddito dei fabbricati, non sia superiore al trattamento minimo pensionistico Inps, cioè di circa 5900 euro per l'anno corrente, e come peraltro previsto dall'articolo 14 del regolamento comunale.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le famiglie, che entro il termine dello scorso 30 aprile, hanno inoltrato la domanda di esonero, presentando i requisiti necessari all'Ufficio Servizi Sociali sono state numerose: dagli accertamenti effettuati risulta che i nuclei familiari che potranno usufruire dello sgravio fiscale della Tarsu dovrebbero essere circa 230. I cittadini beneficiari dell'agevolazione saranno informati personalmente a mezzo lettera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento