Cronaca

Tartaruga morta sul litorale. Recuperata dai sub vicino “La Reggia”

Ancora un esemplare di Caretta caretta priva di vita forse colpita da un elica di una barca. La carcassa recuperata nel pomeriggio di ieri dalla Guardia costiera e dalla squadra sommozzatori della Protezione civile di Gallipoli

 

NARDO’ - Ancora un altro esemplare di tartaruga marina ritrovato morto lungo il litorale tra Gallipoli e Nardò. Dopo una segnalazione giunta presso la sala operativa della Capitaneria di porto della cittadina ionica sono state avviate tutte le procedure necessarie per il recupero della carcassa in località  “la Reggia” lungo la scogliera della litoranea tra Santa Maria al Bagno e Lido Conchiglie.

L’esemplare adulto di Caretta Caretta è risultato in avanzato stato di decomposizione, del peso di circa 60chili e lunga 120 centimetri. Il recupero della carcassa, data la posizione del ritrovamento, è avvenuto nel pomeriggio di ieri con l’impiego di un battello pneumatico della Guardia Costiera di Gallipoli e soprattutto con l’ausilio dei sub della Protezione Civile di Gallipoli.

Gli operatori dalla squadra sommozzatori del centro intervento radio e il personale della Guardia costiera, dopo aver costatato il decesso dell’animale marino, (molto probabilmente a causa di un colpo d’elica di qualche barca o motopesca di passaggio) hanno trasportato la tartaruga nello scalo della spiaggetta di Santa Maria al Bagno. Terminate le operazioni, la carcassa è stata affidata al personale della Polizia municipale del Comune di Nardò dopo essere stata controllata dai veterinari della Asl territoriale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tartaruga morta sul litorale. Recuperata dai sub vicino “La Reggia”

LeccePrima è in caricamento