Cronaca

Tartarughe spiaggate: non si ferma l'ondata

Ieri è giunto presso l'Osservatorio faunistico della Provincia di Lecce (Museo di Calimera) l'ennesimo esemplare di tartaruga marina. E' stato ribattezzato "Eco"

tartaruga

Ieri è giunto presso l'Osservatorio faunistico della Provincia di Lecce (Museo di Calimera) l'ennesimo esemplare di tartaruga marina. L'animale è stato recuperato dal signor Rocco Spennato, al largo di Torre San Giovanni (Ugento), il quale lo ha affidato all'Ufficio locale marittimo. Una pattuglia della polizia provinciale di Lecce ha provveduto al trasferimento dell'esemplare a Calimera dove è stato visitato dal veterinario, Gianluca Nocco, che ha rilevato la presenza di un amo conficcato nella bocca e gli ha fornito una copertura antibiotica e idonea terapia di supporto. E' evidente che l'ondata di spiaggiamenti verificatasi negli ultimi 5 mesi è sintomo di qualcosa di importante, sia per la frequenza e distribuzione dei recuperi che per la tipologia di lesioni riportate dagli animali.

La tartaruga marina, appartenente alla specie Caretta caretta, misura circa 70 centimetri di lunghezza ed è stata ribattezzata "Eco"; non appena le condizioni cliniche si saranno stabilizzate Eco e Jara, caretta giunta nei giorni scorsi a Calimera dalla provincia di Brindisi, saranno trasferite presso la Stazione Zoologica "Anton Dohrn" per essere affidate alle cure della dottoressa Flegra Bentivegna, esperta internazionale del settore.

L'Osservatorio Faunistico Provinciale di Lecce e la Stazione "Anton Dohrn" di Napoli realizzano le attività di salvataggio, recupero e reinserimento degli animali in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato, la Capitaneria di Porto, la Polizia Provinciale, il dott. Giorgio Cataldini referente del Centro Studi Cetacei, il Wwf di Lecce e il Servizio Veterinario Asl - Lecce. Chiunque avvistasse una tartaruga marina o qualsiasi altro animale selvatico o esotico in difficoltà può contattare il Museo di Calimera ai seguenti numeri attivi 24 ore su 24: 3206586558 e 3206586556.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tartarughe spiaggate: non si ferma l'ondata

LeccePrima è in caricamento