rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca

Tassa di soggiorno non versata al Comune di Lecce, prosciolti 25 titolari di strutture ricettive

L’accusa era di peculato, ma a seguito di una modifica normativa non può più essere contestata agli albergatori. La sentenza del giudice Sergio Tosi è stata quindi di non luogo a procedere "perché il fatto non sussiste"

LECCE – In 25, tra titolari e gestori di b&b e alberghi a Lecce, rischiavano di finire al banco degli imputati con l’accusa di non mai versato, o di averlo fatto in parte o in ritardo, la tassa di soggiorno. Ma non ci sarà alcun processo. Lo ha deciso il giudice Sergio Tosi che, all’esito dell’udienza preliminare, in linea alla richiesta dei difensori, ha emesso per tutti una sentenza di non luogo a procedere “perché il fatto non sussiste”.  

Questo in considerazione del fatto che, a seguito della modifica normativa introdotta nel 2020, l’albergatore non può essere considerato un agente contabile, di servizio pubblico di riscossione del tributo – motivo per cui veniva contestato il reato di peculato – ma un soggetto passivo d’imposta. La norma ha inoltre effetto retroattivo, e quindi ne hanno beneficiato anche gli imputati che oggi rispondevano di presunti illeciti commessi a partire dal 2013.

Stando alle indagini condotte dai militari del Nucleo di Polizia Economico della Guardia di Finanza di Lecce e coordinate dal pubblico ministero Roberta Licci, sarebbero stati considerevoli gli importi non versati al Comune dai gestori di note strutture ricettive del capoluogo. Tra questi, uno non avrebbe consegnato: nel 2014, complessivi 62mila euro; nel 2015, 59mila euro; nel 2017, 28mila.

Ma vicende come questa sono diventate esclusivamente oggetto della giustizia amministrativa e non penale.

Facevano parte del pool difensivo, gli avvocati: Salvatore Pinnetta; Andrea Sambati; Vito Panico; Stefano De Francesco; Silvio Giardiniero; Roberto Stanislao; Antonella Corvaglia; Sandra Muscogiuri; Donato Amato; Mario e Stefano Bortone; Giorgio Serafino; Francesco Palmieri; Francesco Digilo (del Foro di Bari); Ester Nemola; Viola Messa; Cristiano Solinas; Ettore Bruno; Stefano Maggio e Maria Lucia Pellegrino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassa di soggiorno non versata al Comune di Lecce, prosciolti 25 titolari di strutture ricettive

LeccePrima è in caricamento