Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Tasse, trasporti e formazione: universitari incontrano gli aspiranti rettore

Previsto per il 2 luglio al Codacci-Pisanelli il confronto tra il consiglio degli studenti e i candidati alla guida dell'Ateneo, per parlare dei nodi "irrisolti": dall'offerta formativa alla mobilità e internazionalizzazione

LECCE - Dare spazio ai temi di interesse per gli studenti dell'Ateneo: è questo alla base della richiesta del Consiglio degli studenti di incontrare i candidati alla carica di Rettore. Nel dibattito elettorale, nonostante i vari candidati abbiano esposto in modo ampio il loro programma, sarebbero mancate proprio le questioni che più stanno a cuore agli universitari salentini. Per tale motivo il 2 luglio, alle ore 16 presso la Sala M.F. Ferrari del Palazzo Codacci - Pisanelli, insieme a tutti i rappresentanti delle associazioni studentesche e all’Adi -  Associazione dottorandi e dottori di ricerca italiani, ci sarà l'atteso confronto.

Nella nota del consiglio studenti si legge: "Riteniamo che l’Università stia attraversando una profonda crisi. Numerosi sono stati i duri provvedimenti a discapito dell’Università italiana, che hanno penalizzato soprattutto gli atenei del Sud. Tante le preoccupazioni che abbiamo come rappresentanti degli studenti sul futuro della nostra Università e crediamo che questi momenti di discussione possano essere il primo passo per comprendere come operare un’inversione di tendenza".

Tra i nodi irrisolti, la contribuzione studentesca, che, dopo le manovre del governo Monti rischia di aumentare, danneggiando gli studenti fuori corso che sono stati esclusi dal vincolo del 20% e potranno subire un aumento delle tasse pari al 100%: "L’Università del Salento - chiariscono - già nel 2010 ha portato all’aumento la tassazione, ora, il vero rischio che si corre se si adottassero delle politiche ancora più incalzanti, è che l’Università perda quel ruolo di ascensore sociale che ha sempre ricoperto nel territorio e per cui si è distinta fin ora".

Altro punto cruciale sarà il tema dei trasporti, dopo che, a settembre 2012, in seguito ad una delibera del consiglio comunale di Lecce, gli studenti hanno subito il raddoppio dell’abbonamento mensile per la tratta Sgm che collega la città con il Campus di Ecotekne, il tutto "nella più totale indifferenza degli enti locali".

Si parlerà anche di didattica, penalizzata da provvedimenti che hanno tagliato drasticamente i finanziamenti all’Università in conformità a logiche di contenimento della spesa, sacrificando la qualità dell’offerta formativa. E del sistema di valutazione Ava che presenta "numerosi punti critici che gettano ombre sul futuro dell’Università". Altra questione, l'internazionalizzazione, tema su cui l’Università dovrà investire molto per promuovere misure finalizzate all’integrazione degli studenti stranieri e politiche che favoriscano la mobilità e maggiori collegamenti con gli Atenei esteri.

L’incontro sarà aperto a tutta la componente studentesca dell’Ateneo: "Il momento che ci accingiamo ad affrontare - spiegano - è molto delicato e per questo richiede una riflessione  approfondita da parte dei rappresentanti degli studenti, degli studenti stessi e dell’intera comunità accademica, che ha forti responsabilità nella designazione della governance dell’Università del Salento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tasse, trasporti e formazione: universitari incontrano gli aspiranti rettore

LeccePrima è in caricamento