Minaccia di morte padre e sorella, poi lancia il coltello contro i poliziotti

A Taurisano arrestato un 31enne problematico, in cura al Centro di salute mentale. Le aggressioni sarebbero state diverse

Il commissariato di Taurisano

TAURISANO – Si era armato di un grosso coltello da cucina e con quell’arma bianca ben stretta in una mano, avrebbe minacciato di morte il padre e la sorella, tanto da costringerli ad allontanarsi da casa. M.P., 31enne di Taurisano, è stato arrestato dagli agenti di polizia del commissariato, intervenuti proprio su richiesta del genitore.

E il giovane non sarebbe nemmeno nuovo a simili episodi di violenza fra le mura domestiche. Ma il padre, almeno fino a oggi, aveva sempre evitato di sporgere denuncia. Attribuiva all’alcool, di cui il 31enne farebbe un uso smodato, certe uscite fin troppo aggressive. Ma ieri sera si è superato ogni limite. E l’intervento della polizia si è reso quanto mai necessario per evitare che la situazione degenerasse.

Il 31enne è già noto alle forze dell’ordine. Ha altre denunce accumulate nel tempo per danneggiamento, resistenza a pubblico ufficiale e minacce aggravate dall’uso di armi. Un soggetto problematico, tanto da risultare in cura presso il Centro di salute mentale di Casarano. E ieri sera era davvero incontenibile, tanto che, quando i poliziotti sono arrivati sul posto, il giovane ha cambiato il tiro, puntando verso di loro. In senso letterale: ha lanciato il coltello verso gli agenti, che sono riusciti a schivarlo con prontezza di riflessi, evitando di rimanere feriti.

Ascoltato il padre, questi ha poi raccontato che minacce di morte e aggressioni verbali sarebbero state ripetute nel tempo, ma mai segnalate, cercando di contenere con le buone le intemperanze del figlio. Ma ora, data la gravità dei fatti e proprio per il pericoloso ripetersi nel tempo delle violenze, il 31enne è stato arrestato dagli uomini diretti dal vicequestore Salvatore Federico e condotto presso il carcere di Borgo San Nicola, a Lecce. Il coltello è stato sequestrato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Carabiniere ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: “Mi sentivo sobrio”

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento