Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca Viale Rimembranze

Irruzione di notte nell'abitazione di un imprenditore edile: ignoti danno fuoco ai mobili

Le fiamme sono state spente dai vigili del fuoco intorno a mezzonotte in un immobile di via Rimembranze, a Taurisano. Sul posto anche la polizia per avviare le indagini. Trovati segni di scasso sulla porta. La casa, disabitata, è di un uomo residente a Morciano. Il movente non è chiaro

Foto di repertorio.

TAURISANO – Hanno scassinato la porta d’ingresso, si sono introdotti all’interno armati di taniche o bottiglie piene di liquido infiammabile e poi hanno appiccato il fuoco alle poche suppellettili presenti in quell’abitazione in zona semicentrale della cittadina, di certo ben sapendo che non vi avrebbero trovato nessuno e che l’opera sarebbe stata piuttosto semplice.

Gli agenti di polizia del commissariato di Taurisano, diretti dal vicequestore aggiunto Salvatore Federico, stanno iniziando in queste ore a indagare su di un inquietante episodio avvenuto intorno a mezzanotte in via Rimembranze, angolo via Marsala.

Sono state le chiamate ai vigili del fuoco di alcuni residenti a mettere in guardia sul fatto che da quell’immobile si stava levando del fumo e s’intravedevano le fiamme. Al loro arrivo, le squadre hanno spento il rogo e svolto i primi accertamenti all’interno. Sul posto anche volanti di polizia.

E’ apparso subito evidente il dolo, perché la porta d’ingresso era stata palesemente forzata. L’abitazione è disabitata per gran parte dell’anno. E’, infatti, di proprietà di un uomo originario di Taurisano ma residente a Morciano di Leuca, Antonio Botrugno, 58enne, imprenditore edile, titolare di una ditta di calcestruzzi.      

Nelle prossime ore gli investigatori raccoglieranno la denuncia dell’uomo, che è comunque già stato convocato sul posto nella stessa notte e che non ha saputo fornire, in prima battuta, indicazioni sul possibile movente, avendo riferito di non aver mai subito minacce.

Che si possa trattare di un attentato riguardante la sua attività professionale, è solo una delle possibili piste, anche se non necessariamente quella giusta. Potrebbe anche trattarsi di uno screzio per motivi di natura personale.

Ad ogni modo, al momento non vi sono elementi precisi per tracciare un’ipotesi solida. La fortuna, in ogni caso, è che i danni all’interno dell’abitazione non sono stati tali da provocare cedimenti strutturali. L’immobile, una volta ripulito e rinnovata l’aria al viziata per i postumi del rogo, sarà agibile.

Gli investigatori, intanto, cercheranno di capire se i vicini hanno notato movimenti sospetti, per ricostruire il numero preciso delle persone che hanno agito la notte scorsa e comprendere se si siano mossi con qualche veicolo, nella speranza di acquisire informazioni utili alla loro identificazione. 

Ad Alessano, invece, i vigili del fuoco hanno dovuto spegnere il rogo che ha colpito una vecchia Peugeot 205 in via Cristoforo Colombo. Non sono stati trovati elementi di dolo e sembra che le fiamme si siano sprigionate dal cofano. Si propende, dunque, per le cause accidentali. Il caso è comunque al vaglio dei carabinieri, poiché l'auto è in uso al figlio dell'ex sindaco, Cosimo Del Casale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Irruzione di notte nell'abitazione di un imprenditore edile: ignoti danno fuoco ai mobili

LeccePrima è in caricamento