Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Marijuana e documenti d'identità ricettati, fermati due minorenni

I giovani sono stati notati ieri pomeriggio a Taviano dagli agenti di polizia del commissariato gallipolino, nei pressi di uno stabile abbandonato. Stavano confezionando dosi di sostanza, ma la vera sopresa è stata trovare in loro possesso carte d'identità e tessere sanitarie di turisiti

TAVIANO – Non solo marijuana, che stavano confezionando in bustine, con l’intento, secondo la polizia, di spacciare, ma anche documenti d’identità e tessere sanitarie rubate (o magari solo smarrite e di cui si erano appropriati), con volti e nomi di turisti che nell’estate appena trascorsa hanno trascorso le vacanze nel gallipolino.

Quale uso intendessero farne, dovranno approfondirlo gli investigatori nelle prossime settimane. Di certo, per ora, con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e ricettazione, in arresto sono finiti due minorenni di Taviano.

I due giovani sono stati sorpresi per caso da una pattuglia delle volanti del commissariato di Gallipoli ieri pomeriggio. D.M.M., 16enne e S.C. 17enne, sono stati visti ai margini di un edificio disabitato alla periferia di Taviano.

Gli agenti si sono insospettiti per la presenza di ragazzi nelle vicinanze, tanto più che, appena hanno notato l’auto, avrebbero cercato riparo per passare inosservati, tentando nello stesso tempo di disfarsi di un involucro, lanciato nel cortile di un’abitazione alle spalle. Lo stesso puto dal quale hanno tentato di seminare a piedi i poliziotti.

Questi, però, sono riusciti a fermare i due giovani, recuperando la busta gettata. Dentro c’erano circa 40 grammi di marijuana. La perquisizione è stata estesa al terrazzo dell’immobile, dove gli agenti hanno trovato anche un bilancino elettronico di precisione, due pacchetti di cartine per tabacco, altre due involucri con 4 grammi di marijuana e un piccolo trita erba.

Ma qualche sorpresa in più è arrivata dal controllo nelle abitazioni in cui risiedono i giovani. Sono spuntati fuori altri due trita erba, alcuni semi di cannabis, un bilancino e soprattutto quei documenti personali di turisti, che ne avevano denunciato il furto o lo smarrimento sul litorale gallipolino.

Sentito il magistrato di turno presso la Procura dei minori, Anna Carbonara, i due giovani sono stati condotti presso il centro di accoglienza per minori di Lecce, sulla provinciale per Monteroni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marijuana e documenti d'identità ricettati, fermati due minorenni

LeccePrima è in caricamento