Bomba carta fa saltare i vetri di un portone, mistero sul movente

È successo l'altra notte a Taviano, in via Matino, nel pieno centro della cittadina. Forte l'esplosione, ma danni piuttosto contenuti. Sono intervenuti i carabinieri del posto e di Casarano. Acquisiti alcuni filmati

La caserma dei carabinieri di Taviano.

TAVIANO – Un ordigno di piccole dimensioni, molto probabilmente una bomba carta, ha fatto saltare in aria la vetrata del portone d’ingresso di un’abitazione di Taviano. È successo nella notte fra domenica e lunedì in via Matino. Un caso sul quale, ora, stanno indagando i carabinieri della stazione locale, dopo un primo intervento sul posto della sezione radiomobile della compagnia di Casarano, per gli accertamenti iniziali.

Ma chi ha agito? E da quali intenzioni era animato l’ignoto? Per ora, sulla vicenda, c’è un velo di mistero. Però, nella zona, nel pieno centro di Taviano, sono presenti varie videocamere di sorveglianza che sono state acquisite e sono al vaglio degli investigatori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’immobile colpito è di proprietà della famiglia di un 52enne, agricoltore, che risiede a breve distanza dal luogo dov’è avvenuta l’esplosione. Il boato è stato piuttosto forte e ha attirato l’attenzione del vicinato, sebbene i danni siano stati limitati al solo portone, con il vetro che, come detto, è andato in frantumi. Nel corso del primo sopralluogo non sembra che siano stati trovati molti elementi, a parte i frammenti saltati per aria, ma, come detto, le telecamere non mancano e potrebbero contribuire a fare chiarezza sull’episodio.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Covid-19, aumentano i tamponi. Sono 611 i nuovi positivi e quindici i contagi nel Leccese

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Il tir si ribalta col carico di frutta: ferito conducente, positivo all’alcol test

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento