Cronaca

Calzaturiero, scoperti cinque lavoratori in nero: impreditore nei guai

Nel corso dell’ispezione, inoltre, la guardia di finanza ha proceduto a segnalare la ditta individuale alla Direzione territoriale del lavoro di Lecce per l’adozione del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale

TAVIANO – Erano stati assunti, si fa per dire, completamente in nero, senza che la posizione lavorativa di 5 lavoratori sia mai stata comunicata agli organi competenti. Ed ora l’imprenditore di un’azienda di Taviano, operante nel settore calzaturiero, rischia grosso. Sono stati i finanzieri della compagnia di Gallipoli ad appurare l’irregolarità. 

Nel corso dell’ispezione, inoltre, i militari hanno proceduto a segnalare la ditta individuale alla Direzione territoriale del lavoro di Lecce per l’adozione del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale, in quanto la manodopera non regolarmente assunta superava il 20% del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro.

In tali casi, inoltre, la legge prevede per ogni singolo lavoratore non regolarmente assunto una sanzione amministrativa da un minimo di 1.500 euro ad un massimo di 12.000 euro, oltre a 150 euro per ogni giornata lavorativa irregolarmente prestata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calzaturiero, scoperti cinque lavoratori in nero: impreditore nei guai

LeccePrima è in caricamento