Cronaca

Notte di furti: bottino nel supermarket ma in chiesa il colpo non riesce

I casi a Taviano e Melendugno. Nel primo ladri via con soldi e merce. Nel secondo, ha resistito la porta dell'ufficio del parroco

LECCE – Due furti in provincia, uno soltanto tentato. E che hanno riguardato da un lato un supermercato, dall’altro una chiesa. Entrambi gli episodi sono stati scoperti questa mattina. Uno riguarda Taviano, dove un 50enne, titolare di un supermarket, ha denunciato che, nel corso della notte, ignoti hanno forzato la porta d’ingresso.

Una volta dentro, si sono impossessati dei soldi contenuti nel registratore di cassa, per 400 euro, ma anche di alcune bottiglie di liquori e di salumi. Merce che troverà sicuri acquirenti su mercati “paralleli”. Sul posto si sono recati i carabinieri della stazione di Taviano e del Nucleo operativo radiomobile di Casarano per avviare le indagini.

Non ha fruttato nulla ai ladri, invece, l’effrazione nella chiesa Maria Ss. Assunta di Melendugno. A scoprire l’intrusone è stato il viceparroco, che si è presentato in caserma per esporre i fatti. Durante la notte, qualcuno è riuscito a forzare la porta, infilandosi nella canonica. Ma si è dovuto arrendere davanti a un’ulteriore porta, quella dell’ufficio del parroco. Non riuscendo ad aprire questa, si è visto costretto alla fuga a mani vuote.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte di furti: bottino nel supermarket ma in chiesa il colpo non riesce

LeccePrima è in caricamento