Cronaca

"Telecom, concorrenza sleale in molte zone pugliesi"

La denuncia è dell'Associazione contro tutte le mafie. Il presidente Giangrande: "In molti punti la compagnia non concede l'abilitazione ad altri operatori ed la libera scelta ai consumatori"

internet

La Telecom sotto il mirino dell'"Associazione contro tutte le mafie", che ha sede in Puglia. La compagnia telefonica "mantiene il monopolio del servizio di telefonia in molte zone della Puglia, non concedendo l'abilitazione ad altri operatori e impedendo ai cittadini locali di scegliere in modo esclusivo il servizio di altre aziende sul mercato, costringendo gli utenti a ricorrere alle stesse imprese in modo sussidiario e svantaggioso dal punto di vista economico", secondo quanto dichiarato dal presidente dell'associazione, Antonio Giangrande. "Insomma - prosegue -: in molte zone della Puglia non è possibile contrarre 'un tutto incluso, canone-chiamate-internet-dati', di circa 40 euro al mese, con Tele 2 o Infostrada, ecc., a fronte dei 50 euro al mese del rispettivo Telecom per il medesimo servizio".


"In questi territori - prosegue Giangrande - si contrae obbligatoriamente con due operatori: a Telecom si paga il canone, agli altri si pagano i servizi scelti. In questa situazione la Telecom viola l'art. 629 del codice penale, cioè estorce il denaro ai cittadini e impedisce la libera concorrenza. Inoltre, l'azienda, in stato di monopolio, omette l'intervento immediato e necessario di riparazione del guasto, previsto in 24/48 ore dai termini contrattuali, protraendolo per decine di giorni. Ciò impedisce, di fatto interrompe, l'erogazione del servizio pubblico, violando l'art. 331 o 340 del codice penale. L'inconveniente della mancata assistenza materiale - dice ancora Giangarnde - colpisce una moltitudine di utenti, riscontrabili da articoli di giornali e blog tematici su internet. Tutto ciò è una vergogna tutta italiana - conclude -, quindi non c'è da meravigliarsi se la Telecom addebita illegalmente, anche, le spese per l'invio delle fatture. La denuncia è stata presentata. Chi vivrà vedrà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Telecom, concorrenza sleale in molte zone pugliesi"

LeccePrima è in caricamento