Cronaca Viale Giovanni Paolo II

Tenta di rubare i soldi delle giostre ma si provoca un grosso taglio

Il furto, per pochi euro, non è nemmeno riuscito. Ed è stato per giunta provato sotto le videocamere

Le macchie di sangue vicino alla giostra per i bambini.

LECCE – Più che il furto in sé, nemmeno riuscito (gli spiccioli erano ancora nella cassetta), è stata raccapricciante la visione, che male si accosta all’idea di bambini che giocano spensierati sulle giostre: macchie di sangue ovunque nel tentativo di forzare il contenitore delle monete. Il furfante s’è provocato un taglio piuttosto grosso.

Dentro il centro commerciale “Centrum” qualcuno ha provato a sottrarre le monete inserite dai genitori dei piccoli nelle giostre che si trovano nella galleria d’accesso ai negozi che volge su viale Giovanni Paolo II. Ve ne sono diverse, che riproducono macchinine e personaggi dei cartoon. Lui, il ladro, ha scelto il gatto Silvestro, ma vien voglia di pensare che questi si sia improvvisamente animato e difeso con le unghie dalla violenza.

Probabilmente l’individuo ha usato un cacciavite per spalancare la cassetta e infilare la mano. Peccato per lui che, forse per la troppa fretta, lo spazio fosse esiguo. La mano l’ha infilata comunque, ma deve essere rimasta incastrata e per ritrarla s’è tagliato, lasciando vistose chiazze di sangue sul pavimento. Il gestore della giostra, accortosi dell’effrazione, ha anche chiamato la polizia. Ed è arrivata una volante. 

Non è la prima volta che qualcuno ruba i soldi riposti per far funzionare le giostre, ma in questo caso è stato davvero troppo. E magari, proprio i segni lasciati potrebbero tornare utili a rintracciare l’individuo che, beninteso, forse è lo stesso che ha già agito altre volte con più fortuna. E’ stata per questo chiamata anche la scientifica per i rilievi.

Va peraltro precisato che l’ignoto (forse ancora per poco) ha agito senza curarsi nemmeno del fatto che la galleria sia sotto copertura di videocamere. Un cartello con la scritta “attenzione, area video sorvegliata”, campeggiava proprio sulla sua testa. Chissà se l'ha vista. Forse, tra furto e fuga con la preoccupazione di tamponare la ferita, non se n'è nemmeno accorto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di rubare i soldi delle giostre ma si provoca un grosso taglio

LeccePrima è in caricamento