Cronaca

Tenta furto in centro, bloccato con cacciavite e guanto

Gianfredo Spongano, 44enne, era già stato denunciato nei giorni scorsi dalla polizia. Nella notte, sorpreso nei pressi di "Consenso Xagon", in via Cesare Battisti. Stava forzando la porta d'ingresso

Immagine-157

LECCE - Due tentativi di furto in pochi giorni, e al secondo scatta l'arresto. Gianfredo Spongano era ormai da diverso tempo nel mirino degli agenti della sezione "volanti". Leccese, 44enne, nella notte è finito in manette con l'accusa di tentato furto aggravato. Aveva adocchiato il negozio d'abbigliamento "Consenso Xagon", in via Cesare Battisti, nel pieno cuore commerciale di Lecce, a due passi da piazza Mazzini e villa comunale. Ed era riuscito anche a forzare il nottolino, quando, sul più bello, la scena è stata illuminata dai fari dei poliziotti. E fine dei giochi.

Per capire perché l'uomo fosse comunque già sotto osservazione, bisogna fare un passo indietro e andare al 7 settembre scorso. Quella notte, fu sorpreso dalla polizia, verso le 3, mentre si allontanava in modo sospetto da un esercizio commerciale di via Liborio Romano, che aveva subito il danneggiamento di una saracinesca. Dunque, pressappoco sempre nella stessa zona del centro di Lecce.

Recuperati un cacciavite lungo circa 25 centimetri ed un guanto da lavoro che erano stati abbandonati sul posto, su indicazione del pm di turno, Spongano era stato denunciato a piede libero per danneggiamento. Insomma, scampate le manette, avrebbe pensato bene di tornare in azione ieri. A distanza fin troppo ravvicinata. Tant'è vero che verso mezzanotte, è stato notato in via Cesare Battisti, da dove proveniva anche una segnalazione al 113 di un tentativo di furto presso il negozio d'abbigliamento. E poiché le descrizioni dell'individuo corrispondevano proprio a quelle di Spongano, la pattuglia, che già conosceva il suo "modus operandi", ha raggiunto il posto, ma provenendo da via Fabio Filzi, in contromano rispetto al normale senso di circolazione, proprio per coglierlo di sorpresa.


Vistolo allontanare velocemente dall'ingresso del negozio ed attraversare la strada, gli agenti hanno anche scorto distintamente un cacciavite che cadeva in terra, dalle sue mani. Accertato che la porta d'ingresso presentava segni di scasso all'altezza della serratura e che il nottolino era stato danneggiato, s'è proceduto con la perquisizione personale, che ha permesso di trovare nella tasca sinistra del pantalone un guanto in pile. Sul posto è stato chiamato anche il titolare del negozio, il quale si è riservato di sporgere denuncia. Dell'arresto è stata data notizia al pm di turno, Angela Rotondano. Spongano è difeso dall'avvocato Luigi Rella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta furto in centro, bloccato con cacciavite e guanto

LeccePrima è in caricamento