Cronaca Piazza Indipendenza

Tenta il furto nella chiesa di Santa Rosa, si taglia e fugge a mani vuote

La scoperta è avvenuta questa mattina. Qualcuno ha infranto il vetro di una finestra della canonica, cercando oggetti e soldi da rubare. Il sacerdote ha trovato tutto a soqquadro, ma all'appello non mancherebbe nulla. Il ladro s'è anche tagliato con le schegge di vetro

LECCE – Notte fonda, qualcuno rompe il vetro della canonica e se ne va. A mani vuote. E insanguinate. Già, perché il malvivente (ammesso che fosse da solo) che ha cercato qualcosa da depredare in piazza Indipendenza, all’interno della Chiesa di Santa Maria delle Grazie in Santa Rosa, da cui discende il nome del rione leccese, ha solo rimediato qualche taglio.

Non una ferita profonda, perché di gocce di sangue ne sono state trovate poche, questa mattina, quando monsignor Antonio Montinaro ha scoperto l’intrusione, ma tanto è bastato per i carabinieri della stazione locale, che dista poche decine di metri, per avviare l’indagine. Le tracce ematiche sono state repertate per successive analisi. Il sacerdote ha trovato tutti i cassetti a soqquadro. Il manigoldo ha rovistato ovunque, in cerca di qualcosa da rubare, ma pare non abbia trovato davvero nulla di utile. E alla fine ha deciso di squagliarsela.

Solo che per compiere l’effrazione, ha dovuto infrangere una finestra e, che sia accaduto quando è entrato o all’uscita, toccando inavvertitamente qualche scheggia di vetro, ha finito per ferirsi. Di sicuro non era un professionista del mestiere, ma qualche disperato in cerca di spiccioli, perché, a differenza di quanto accaduto poche notti addietro a Taurisano, nella Chiesa Matrice della Trasfigurazione di Nostro Signore Gesù Cristo, non sono spariti oggetti sacri.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta il furto nella chiesa di Santa Rosa, si taglia e fugge a mani vuote

LeccePrima è in caricamento