Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca Via Regina Margherita

Tentano il furto: scoperti, scatta l'inseguimento. E' caccia all'Audi

Una guardia giurata della Velialpol s'è imbattuta nell'auto, proprio quando i malviventi stavano per eseguire il colpo. Tallonata, l'auto è comunque fuggita. Sul posto i carabinieri. Telecamere manomesse e foro nella saracinesca

La tabaccheria presa di mira (foto di Antonio Quarta).

SALICE SALENTINO – Tensione nel pieno centro di Salice Salentino, poco prima dell’alba, dove una pattuglia dell’istituto di vigilanza Velialpol ha ingaggiato un inseguimento, cercando di tallonare un’Audi, molto probabilmente rubata, a bordo della quale si trovavano alcuni malviventi che, pochi istanti prima, avevano tentato di scassinare la porta d’ingresso di una tabaccheria. Si tratta della rivendita di Luigi Armengol, di via Regina Margherita, civico 7.

Erano circa le 4,30 del mattino quando una guardia giurata, nel suo servizio di ronda, s’è imbattuta nell’Audi, ferma nei pressi della piccola attività commerciale del centro storico di Salice. Chi si trovava alla guida della potente auto della casa automobilistica tedesca, non ci ha pensato due volte: appena ha visto la pattuglia, ha messo in moto, innestato la marcia, pigiato sull’acceleratore e iniziato a fuggire.

Il vigilante ha avvisato la centrale operativa, che nel frattempo ha contattato titolare della tabaccheria e carabinieri, cercando di tenersi quanto più possibile alle spalle dell’Audi. Questa, però, per la forte velocità, è riuscita a seminare l’inseguitore e ad uscire dal paese. Nel frattempo, sul posto, è stato rilevato il tentativo di effrazione. La telecamera di videosorveglianza è risultata manomessa e sulla saracinesca i ladri avevano già praticato un foro. I carabinieri della stazione locale, dipendenti dalla compagnia di Campi Salentina, hanno avviato i rilievi, partendo proprio dal numero di targa del veicolo.   

IMG_7455-3Certo è che a Salice Salentino, negli ultimi mesi, le bande di predoni si sono date particolarmente da fare. A dicembre, ignoti hanno praticato un foro nell’ufficio postale di via Dante, per cercare di fare il “colpo grosso”, ma il piano è andato in fumo. Particolarmente efferata, poi, la rapina ai danni di un’anziana, pestata dai malviventi, che le hanno sottratto un migliaio di euro.

A gennaio, le scorrerie sono proseguite con un altro furto con la tecnica del buco, questa volta al supermercato Gestal, e che ha fruttato ai ladri circa 4mila euro, con l’effrazione e la fuga con l’incasso nel bar Stazione e, proprio di recente, con un colpo notturno da 4mila euro all’interno del supermercato Dimeglio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano il furto: scoperti, scatta l'inseguimento. E' caccia all'Audi

LeccePrima è in caricamento