Cronaca

Tentato furto nella villetta con fuga e agenti feriti, due anni per un 28enne

Si è chiusa con una condanna la vicenda giudiziaria di Michele De Matteis, arrestato a fine maggio dagli agenti di polizia

LECCE – Fu una protagonista, a fine maggio scorso, di una vicenda rocambolesca in una di quelle notti che anticipano l’estate. Michele De Matteis, 28enne leccese, sorvegliato speciale con precedenti alle spalle, tentò un furto in una villetta di via Salerni, nel quartiere Rudiae. A tradirlo, però, fu la presenza di un cane, il cui abbaiare attirò le attenzioni del proprietario. L’uomo sorprese il ladro e chiamò il 113.

Gli agenti, giunti sul posto, trovarono una scala che conduceva al terrazzo, dove si era rifugiato il 28enne che, per impedire ai poliziotti di raggiungerlo sul solaio, iniziò a tirare dei calci. Poi tentò una fuga disperata, lanciandosi su un’altra tettoia circa 3-4 metri al di sotto. Trascinò con sé proprio uno degli agenti che nel frattempo l’aveva raggiunto e spinse nel salto anche un altro che, perdendo l’equilibrio, cadde rovinosamente al suolo. La fuga del giovane si concluse in via Giovanni Presta, dove stava tentando di nascondersi fra alcune siepi.

DE MATTEIS-4De Matteis fu arrestato per tentato furto, resistenza aggravata e continuata, lesioni a pubblico ufficiale e inosservanza alla vigilanza speciale con obbligo di soggiorno. Due poliziotti delle volanti dovettero fare ricorso alle cure mediche, con ferite guaribili rispettivamente in dieci e sette giorni.

Oggi, per quei fatti, il 28enne (assistito dall’avvocato Pantaleo Cannoletta e attualmente detenuto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico) è stato condannato a due anni di reclusione al termine del giudizio abbreviato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato furto nella villetta con fuga e agenti feriti, due anni per un 28enne

LeccePrima è in caricamento