Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Nelle officine Omfesa per rubare cavi e saldatrici. Arrivano i vigilantes e il colpo sfuma

Alcuni individui, nella serata di ieri, hanno tentato il furto nello stabilimento per la manutenzione ferroviaria di Trepuzzi. Il bottino prevedeva svariati strumenti di lavoro e ben undici bobine di filo elettrico. Ad accorgersi dell'accaduto, le guardie giurate di un istituto privato

Fili elettrici e cavi in rame (Foto di repertorio)

TREPUZZI – Che qualcosa non andasse per il verso giusto era evidente sin dal primo momento. La finestra mandata in frantumi non ha di certo lasciato presagire buone intenzioni. Così la guardia giurata dell’istituto di sorveglianza privata “La Vigile” si è rivolta ai carabinieri. Intorno alle 22,30, l’infisso dello stabilimento per la manutenzione ferroviaria “Omfesa” di Trepuzzi, era stato infatti manomesso da alcuni individui.

I vigilantes, che hanno scorto il tentativo di intrusione, hanno monitorato la struttura di vaste dimensioni e, dopo circa un’ora, durante un controllo, l’altra sorpresa. Una scala appoggiata a un muro e cassetti aperti all’interno delle officine. Oltre a due carrelli, preparati da coloro che hanno tentato un furto, con all’interno sette saldatrici, pronte per essere portate via.

E non è tutto. All’esterno, circa 11 bobine di filo elettrico e tubi di gomma e altro materiale in rame, che avrebbero composto il bottino già accatastato sul pavimento. L’accaduto è stato segnalato nuovamente ai militari dell’Arma, intervenuti poco dopo per eseguire i rilievi di rito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nelle officine Omfesa per rubare cavi e saldatrici. Arrivano i vigilantes e il colpo sfuma

LeccePrima è in caricamento