Con le torce in mano per “ripulire” l’impianto fotovoltaico: messi in fuga

Il furto è stato tentato nella serata di Santo Stefano ai danni di un parco per la produzione di energia, alla periferia di Copertino. I ladri via a mani vuote

Foto di repertorio.

COPERTINO – In quattro, tutti con il volto coperto e con le torce elettriche in mano, hanno provato a mettere a segno l’ennesimo colpo ai danni di un campo fotovoltaico del Salento. È accaduto nella serata di Santo Stefano, alla periferia di Copertino, intorno alle 20 e 30. Il sistema di allarme, che si è immediatamente attivato, ha richiamato sul posto i vigilanti dell’istituto provato “Ggs la Velialpol”.

All’arrivo delle guardie giurate, i quattro si sono dileguati immediatamente, fortunatamente a mani vuote. Arrivati sul luogo anche i carabinieri, infatti, è stato eseguito un immediato sopralluogo che ha tranquillizzato tutti. Non è stato portato via nulla, poiché la banda non ne ha avuto il tempo. Non sono stati inoltre registrati danni ai pannelli o ai cavi.

I filmati del sistema di videosorveglianza, in compenso, hanno immortalato le fasi del tentato furto: si notano i quattro entrare scavalcare l’area recintata dell’impianto fotovoltaico. Si visioneranno ancora quei fotogrammi, per cercare di trarne indizi sull’identità dei quattro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coppia massacrata in casa, il giovane assassino reo confesso chiede l’abbreviato

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Curva stabile, quasi 1500 positivi. Casarano e Alessano scuole solo in Ddi

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Paura nella notte: fulmine su palazzina sveglia i residenti, danni a elettrodomestici

Torna su
LeccePrima è in caricamento