Sabato, 13 Luglio 2024
Una piaga diffusa / Borgo Pace / Via Vecchia Surbo

In tre incappucciati tentano il furto di un suv: in fuga con una Giulietta bianca

È successo nella tarda serata di ieri in via Vecchia Surbo, a Lecce. Stavano armeggiando sul nottolino d'accensione, quando il proprietario si è accorto di loro. Caccia all'uomo delle volanti, ma la banda si è volatilizzata

LECCE – Tra i reati più comuni e che rappresentano l’incubo di ogni cittadino vi sono i furti d’auto. Una piaga talmente diffusa che capita sempre più spesso di ritrovare veri e propri covi dove i mezzi vengono, in alcuni casi, smontati per recuperare pezzi di ricambio, proprio come successo molto di recente nella zona di Casarano, dopo la scoperta di due presunti ladri in trasferta a Galatina (qui i dettagli). E un furto è stato sventato giusto nella tarda serata di ieri anche a Lecce, proprio per il rotto della cuffia. Ma i malviventi sono comunque riusciti a farla franca, facendo perdere le tracce.

Il fatto è avvenuto in via vecchia Surbo, parallela di via Taranto, nel tratto iniziale, quello in cui vi è maggiore concentrazione di abitazioni e attività. Subito dopo il parco di Belloluogo e l’incrocio con viale del Risorgimento, infatti, diviene una stradina di aperta campagna.

Ad agire in tre

Ad agire sarebbero stati tre soggetti che avevano messo gli occhi addosso a una Volkswagen Tiguan. Arrivati sul posto con un’Alfa Romeno Giulietta bianca, avevano tutti i cappucci calati sulla testa per nascondere al meglio i connotati. E mentre, secondo il consueto copione, uno era rimasto al volante e i complici si erano messi al “lavoro”, riuscendo ad aprire uno sportello e iniziando ad armeggiare sul nottolino d’accensione, ecco che è sopraggiunto il proprietario del suv, il quale, accortosi di quanto stava accadendo, si è messo a urlare.

I tre, a quel punto, hanno desistito, sono risaliti nella Giulietta e si sono volatilizzati. La vittima ha subito chiamato la polizia. Una volante è giunta sul posto, mentre altre si sono messe a caccia dei malviventi, partendo dai dati acquisiti. Ma, vista la zona in cui hanno agito, semiperiferica, saranno molto probabilmente usciti in pochi istanti da Lecce, avendo varie opzioni a loro vantaggio: via Taranto, per immettersi sulla statale 7ter, per esempio, o viale del Risorgimento, per indirizzarsi verso la superstrada per Brindisi. Tanto che le ricerche hanno dato esito negativo.

Il precedente nella stessa zona

Nelle immediate vicinanze, sul calare del marzo scorso, si era verificato un fatto simile e, anzi, persino più grave. In viale della Repubblica, infatti, non lontano dal supermercato Lidl, un uomo aveva notato alcuni malviventi intenti a manomettere la sua Alfa Romeo Stelvio e si era avvicinato a passo svelto. Un componente della banda, per agevolare la fuga sua e dei complici a bordo di un’altra Stelvio, non aveva esitato a puntare una pistola contro il malcapitato. Anche in quella circostanza erano poi intervenuti i poliziotti delle volanti.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In tre incappucciati tentano il furto di un suv: in fuga con una Giulietta bianca
LeccePrima è in caricamento