Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Trepuzzi

Accoltellato, 33enne finisce in ospedale con gravi ferite: un arresto per tentato omicidio

È accaduto intorno alle 2 e mezzo della notte a Trepuzzi: è rimasto ferito un bracciante agricolo del luogo, trasportato in codice rosso al pronto soccorso del Dea di Lecce. Sul posto, oltre al personale del 118, i carabinieri per le indagini. Fermato, poco dopo, il presunto responsabile, un coetaneo

TREPUZZI – Aggredito con un coltello, un uomo di 33 anni finisce in ospedale nel cuore della notte. Arrestato dopo un’indagine lampo il presunto autore, un 32enne del posto: Andrea Calò. L’aggressione si è verificata a Trepuzzi intorno alle 2 e mezzo, nel centro abitato della cittadina, a seguito di una violenta lite scoppiata fra i due conoscenti per motivi che sono tuttora al vaglio degli investigatori ma che, dai primi riscontri, sarebbero stati futili.

Nel corso del diverbio, tra offese e spintoni reciproci, è spuntata una lama che ha colpito il malcapitato, F.P., di professione bracciante agricolo, in più punti del corpo. I fendenti lo hanno infatti raggiunto all’addome, poi al collo e alle spalle, fino a quando è crollato per terra sfinito dal dolore. Soccorso dagli operatori del 118, il ferito è stato subito trasportato al “Vito Fazzi” di Lecce in codice rosso, per via delle lesioni riportate e delle perdite emorragiche.

Fortunatamente, il quadro clinico del 33enne si è mostrato meno grave del previsto e, attualmente ricoverato nel presidio sanitario, srebbe fuori pericolo. Tanto da essere stato ascoltato, poco dopo, dalle forze dell’ordine. Sul luogo, per i primi rilievi e l’attività investigativa, sono infatti intervenuti i carabinieri della stazione trepuzzina e della compagnia di Campi Salentina. Hanno appuntato i racconti e i dettagli forniti dalla vittima per carpire la descrizione del presunto aggressore. Poi i militari si sono messi al lavoro per recuperare i filmati del sistema di videosorveglianza installato nelle vie di Trepuzzi e, grazie anche a quei filmati, sono risaliti con facilità all’identità dell’indagato.

Quest’ultimo, accompagnato in caserma per essere sentito, è stato poi dichiarato in arresto con l’accusa di tentato omicidio e accompagnato nel carcere di Borgo San Nicola su disposizione della Procura della Repubblica di Lecce. A seguito di una perquisizione nella sua abitazione, i carabinieri hanno rinvenuto gli abiti ancora intrisi di sangue, coltelli a serramanico e 86 grammi di marijuana, il tutto poi posto sotto sequestro. Al 32enne, difeso dall'avvocaro Salvatore Rollo, sono stati contestati anche la detenzione di arma da taglio e quella di sostanza stupefacente.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoltellato, 33enne finisce in ospedale con gravi ferite: un arresto per tentato omicidio
LeccePrima è in caricamento