Tentato omicidio di Calignano: investigatori battono la pista dell'estorsione

Procedono a ritmi serrati le indagini su chi ha sparato un colpo di pistola contro il 27enne nel centro di Nardò. Riflettori su cinque uomini

LECCE - E' vicina la svolta sul tentato omicidio di Gianni Calignano, il 27enne neretino che lunedì scorso è stato raggiunto da un colpo di pistola al torace e che ora è ricoverato al “Vito Fazzi” di Lecce. La pista battuta dagli inquirenti è che al giovane, volto noto alle forze dell'ordine, sia stato teso un agguato in pieno giorno per aver offerto protezione a una vittima di estorsione.

Le indagini, svolte dal pubblico ministero Stefania Mininni con i carabinieri di Nardo, delle compagnia di Gallipoli e con i colleghi del nucleo investigativo di Lecce, hanno puntato i riflettori su cinque uomini, tre dei quali, già stati iscritti sul registro degli indagati, si sono dati “uccel di bosco”: Francesco Russo, 64 anni, di Nardò, molto conosciuto per via dei suoi trascorsi giudiziari, il figlio Giampiero e un loro conoscente di origini siciliane. L'accusa ipotizzata è di tentato omicidio aggravato dalle modalità mafiose, perché l'intenzione di “eliminare” Calignano sarebbe maturata in un contesto di criminalità organizzata.

Intanto, ieri mattina, gli uomini dell'Arma hanno sequestrato in casa dei Russo due station wagon, una delle quali sarebbe stata utilizzata proprio per sparare contro il 27enne. Questi è stato soccorso dall'amico Antonio Duma, di 55 anni, che qualche ora dopo averlo accompagnato in ospedale, è finito in carcere per la detenzione finalizzata allo spaccio di circa 200 grammi di cocaina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo al business della droga a Melissano: all’alba 23 in manette

  • Puglia, positivo il 13 per cento dei tamponi. Un cluster a Castrignano de' Greci

  • Notte di terrore: entrano in casa in quattro, uomo bloccato e rapinato

  • Il lusso targato Renè de Picciotto: dal lido di Savelletri alla terrazza pensile di Lecce

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: otto anni al padre e allo zio

  • Covid-19, balzo al 6,5 per cento dei nuovi infetti: sono 350 in Puglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento