Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Tenta di violentare una connazionale, poi di ucciderla. Arrestato un 33enne

L'uomo, di nazionalità marocchina, è finito carcere per tentato omicidio. Si è recato in casa della 26enne, sua connazionale, che gli aveva chiesto un panino. Davanti agli intenti sessuali del 33enne, il rifiuto e poi la lite

Immagine di repertorio

LECCE - Aggredita, umiliata brutalmente a 26 anni. Una ragazza di nazionalità marocchina avrebbe telefonato ad un amico, un connazionale di 33 anni, Ouassif Halabi, per chiedergli un panino che la risollevasse dal caldo. Ma le intenzioni dell'uomo, evidentemente, erano di altra natura se, appena entrato in casa, nella zona di San Pio, nelle ore più calde del primo pomeriggio, avrebbe afferrato la ragazza tentando di violentarla. Davanti al suo rifiuto è volato il primo schiaffo che ha inaugurato la concitata lotta. Poi calci. Ancora pugni, spintoni, fino ad afferrarla per capelli, e farla cadere. La 26enne, senza perdersi d'animo, ha raggiunto un pesante vassoio in cristallo e lo ha scaraventato sulla testa dell'aggressore. Che ha perso l'equilibrio. Solo  a quel punto la giovane donna, approfittando dello stato confusionale del 33enne, avrebbe tentato la fuga dall'abitazione senza tenere conto, tuttavia, dell'ira dell'uomo.

Questi, infatti, raggiunta nuovamente la vittima, ha pensato di afferrarla per il collo, fino a toglierle il respiro  e scatenando una disperata reazione della 26enne che ha tentato di graffiare il suo aguzzino, ferendolo all'occhio, sperando di aprirsi un varco verso la fuga. Ancora più adirato, Halabi ha  impugnato un coltello da cucina, puntandolo al petto della ragazza, minacciandola di morte. L'intervento degli agenti di polizia, allertati da alcuni vicini che hanno tentato in tutti i modi di farsi strada, inutilmente, nell'appartamento per sedare la lite. I poliziotti, che hanno colto il 33enne con l'arma ancora tra le mani, lo hanno arrestato con l'accusa di tentato omicidio, scaturito da una tentata violenza sessuale, per poi accompagnarlo presso il carcere Borgo San Nicola di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta di violentare una connazionale, poi di ucciderla. Arrestato un 33enne

LeccePrima è in caricamento