Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Tentato stupro in pieno centro, notte da incubo per una 30enne

La giovane donna, dopo aver trascorso la serata con alcuni amici, si stava dirigendo, pochi minuti prima della 4, verso la propria auto, parcheggiata in via Giovanni Palma. Improvvisamente è comparso dinanzi a lei un uomo di carnagione chiara, alto e stempiato

LECCE – Notte da incubo per una 30enne leccese. La giovane donna, dopo aver trascorso la serata con alcuni amici, si stava dirigendo, pochi minuti prima della 4, verso la propria auto, parcheggiata in via Giovanni Palma. Improvvisamente è comparso dinanzi a lei un uomo di carnagione chiara, alto e stempiato.

Lo sconosciuto non le ha dato neanche il tempo di riprendersi dallo spavento: si è sfilato la maglietta che indossava trasformandola in una sorta di bavaglio per impedire alla 30enne di urlare. Poi, approfittando dell’oscurità e dell’assoluta desolazione notturna, ha iniziato a palpeggiarla, cercando di violentarla.

La vittima, presa dalla disperazione, è riuscita a divincolarsi e a raggiungere la propria auto, con cui è fuggita. Ancora scossa e spaventata, la 30enne ha chiamato un amico in cerca di aiuto. E’ stato quest’ultimo a interpellare la polizia e a soccorrerla per primo, raggiungendola in viale Marche. La ragazza si era fermata nei pressi dell'istituto magistrale "Antonietta De Pace". I due hanno poi raggiunto la vicina questura, dove la donna, dopo essere stata visitata dai sanitari di un’ambulanza del 118 (le è stato riscontrato un forte stato di ansia e shock), ha denunciato l’accaduto.

Sul caso indagano gli agenti di polizia che, dopo aver raccolto la descrizione e l’identikit forniti dalla giovane vittima, danno la caccia allo stupratore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato stupro in pieno centro, notte da incubo per una 30enne

LeccePrima è in caricamento