Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Terremoto davanti alla costa salentina, 115 tempestato di chiamate

L'epicentro a poche miglia da Ostuni. Telefonate ai vigili del fuoco da Lecce e buona parte del suo hinterland a partire da pochi minuti dopo le 00,30

BRINDISI – Un terremoto in mare ha fatto sobbalzare dalla sedia i salentini. E’ stato piuttosto intenso e non molto lontano dalla costa brindisina. Tanto da essere avvertito anche a Lecce e in provincia. Nessun danno, ma tanta paura e un certo spaesamento. Anche perché proprio il Salento è noto per essere un’area a bassissima sismicità. I movimenti tellurici che di tanto in tanto vengono avvertiti, provengono quasi sempre dalla Grecia. Quindi, ha scombussolato un po’ tutti un evento avvenuto in acque locali.

I dati ufficiali degli esperti di sismologia

Erano le 00,30 circa (00,31 e 56 secondi, stando ai dati ufficiali), quando al largo di Ostuni s’è sprigionata una scossa di magnitudo locale 3.9. E’ stata talmente vicina alla litoranea salentina (costa adriatica di Brindisi, al largo di Ostuni) da diramarsi fino ad altre province. Tanto che il centralino dei vigili del fuoco è stato preso d’assedio di telefonate, arrivate soprattutto da Lecce e dal suo hinterland: San Cesario di Lecce, Leverano, Surbo e Giorgilorio, Monteroni di Lecce, Cavallino e rione Castromediano, Campi Salentina e Novoli.

La scossa s’è registrata, secondo i dati della sala sismica di Roma dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, a una profondità di 27 chilometri. Non si sono registrati danni di alcun tipo, ma momenti di apprensione nelle persone più sensibili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto davanti alla costa salentina, 115 tempestato di chiamate

LeccePrima è in caricamento