menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Territorio svilito tra rifiuti bruciati e macchia rimossa nel parco naturale

Le denunce dei forestali in un caso a Lecce e nell'altro a Ugento. Quattro in tutto dovranno rispondere di vari reati

LECCE – Territorio svilito da comportamenti pericolosi e incuria della natura anche in luoghi protetti, come un parco naturale. Sono quattro le denunce spiccate nelle ultime ore dai carabinieri forestali fra Ugento e Torre Chianca, marina di Lecce.  

Nel primo caso, i militari hanno svolto un sopralluogo in località Fontanelle, denunciando M.M., 60enne di  Minervino di Lecce, P.M. 155enne di Ugento e D.N.G., 44enne di Ugento per  lavori su beni paesaggistici in difformità dell’autorizzazione e distruzione o deturpamento di bellezze naturali.

E’ stato contestato loro di aver realizzato opere consistenti nella rimozione totale della vegetazione spontanea erbacea e arbustiva di macchia mediterranea, in difformità rispetto all’autorizzazione paesaggistica in area vincolata dal Piano paesaggistico territoriale, nel sito di importanza comunitaria e parco naturale regionale “Litorale di Ugento”.  Si è così proceduto al sequestro preventivo di una fascia all’interno del terreno individuato per una superficie di circa mille e 391 metri quadri.

A Torre Chianca, invece, i forestali di Lecce, hanno deferito H.J., 39enne di origine albanese, per attività di gestione illecita di rifiuti e combustione illecita di rifiuti. L’uomo è stato sorpreso nel giardino davanti all’abitazione che occupa con la famiglia, nell’atto di occuparsi di un rogo di rifiuti ammassati in precedenza e, secondo i forestali, con ogni evidenza appiccato proprio lui, dal momento che l’abitazione risultava recintata e provvista di cancello, chiuso al momento dell’intervento.

I rifiuti in fiamme, pericolosi e non, erano costituiti da pneumatici fuori uso, materassi, pannelli laminati, rete da letto, legno. Nelle immediate vicinanze c’erano numerosi rifiuti di apparecchiatture elettriche ed elettroniche come lavatrici, frigoriferi, tv, un forno, un’insegna luminosa, ventilatori,  piantane, piccoli elettrodomestici, e rifiuti ferrosi di vario tipo, di fatto gestiti senza autorizzazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento