Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Terzapagina. Compleanno speciale per l'editoria: Milella compie sessant'anni

La casa editrice leccese festeggia lo storico traguardo dalla propria fondazione: iniziano nel pomeriggio i festeggiamenti, con una tavola rotonda dal titolo "Un racconto di idee, scoperte, pensieri. Dialoghi tra autori e lettori"

LECCE - La casa editrice Milella di Lecce compie sessant'anni di vita. Si inaugurano quest'oggi, domenica 27 gennaio, alle 18, presso la sala Ites di via Sozy Carafa 74 (nei pressi del bar Meeting), i festeggiamenti per lo storico traguardo dalla fondazione della realtà locale. L’evento apre il ciclo di mostre e incontri che ripercorrono l’attività della casa editrice, la cui storia corre parallelamente a quella del libro universitario e di cultura.

La casa editrice Milella nasce a Lecce nel 1952, negli stessi anni in cui viene istituita l’allora Università degli studi di Lecce (1956). Sin dalle origini l’attività di Milella dà risalto alle ricerche universitarie salentine, nell’ambito delle scienze umane e non solo, contribuendo alla formazione e alla crescita culturale del territorio regionale e nazionale, attraverso la capacità di coinvolgere studiosi di matura esperienza di studio.

I libri Milella vengono argomentati con seria e aggiornata competenza scientifica, a confronto con temi tra loro contigui come la letteratura, la storia, la filosofia e l'estetica, la pedagogia e la didattica, la psicologia e la sociologia, l'economia e gli studi giuridici. Questioni al centro del dibattito contemporaneo quali il femminismo, la problematica giovanile e l'etica per uno sviluppo sostenibile hanno trovato approdo nelle edizioni Milella, in collane dedicate comprendenti testi di autori nazionali ed internazionali.

La riflessione su questo percorso si apre nel pomeriggio di oggi, con l’evento “Un racconto di idee, scoperte, pensieri. Dialoghi tra autori e lettori”. All’evento interverranno i docenti dell’Università del Salento Carlo Alberto Augieri, (Critica letteraria, direttore dell’Osservatorio permanente europeo della lettura) Francesco De Luca (Archivistica), Antonio Lucio Giannone (Letteratura italiana contemporanea), Giovanni Invitto (Filosofia teoretica), Eduardo Pascali (analisi matematica), Mario Signore (Filosofia morale), il direttore della biblioteca provinciale Bernardini Alessandro La Porta, il direttore della Biblioteca comunale di Novoli Dino Levante, e Augusto Ponzio, docente di Filosofia del linguaggio all’Università degli studi di Bari. Sarà presente anche il fondatore della casa editrice, il professor Antonio Milella

Nella sala verrà allestita una mostra con foto e libri significativi di questi sessant’anni, che sarà fruibile fino al 27 aprile. A conclusione della serata verranno donati ai presenti alcuni testi della casa editrice.

All’inaugurazione seguirà un fitto calendario di incontri tematici presso la sala Ites di via Sozy Carafa. Si parte giovedì 14 febbraio alle 18 con la tavola rotonda sul tema “Dal libro di carta al libro elettronico: differenza di lettura e modi del comprendere”; giovedì 7 marzo alle 18 il tema sarà “Università del Salento e casa editrice Milella: nati insieme per scrivere e formare”; giovedì 11 aprile alle 18.30 “Il Salento scrive nei libri Milella: sessant’anni di cultura da sfogliare e conoscere”; giovedì 18 aprile alle 18.30 “La cultura nel Salento oggi: ricerca artistica, fermento culturale e nuove proposte”.

E ancora: giovedì 9 maggio alle 19 “Autori con Milella, intellettuali nel Salento. In ricordo di Ennio Bonea”; giovedì 6 giugno alle 19 “La scuola, il libro e il recupero dei saperi di base: il contributo delle case editrici”; giovedì 20 giugno alle 19 “Frontiere della ricerca tra studi umanistici e scienze: il ruolo delle case editrici locali”; giovedì 11 luglio alle 19 “Libri, librerie e crisi della lettura nel Salento: che fare?”. In seguito verranno diffusi i dettagli delle singole iniziative.

Tutti sono invitati a partecipare al ciclo di incontri con cui Milella intende promuovere la fruizione della cultura universitaria locale e nazionale e la lettura come “bene comune”, determinata a contribuire a una crescita del territorio che si basi sulla presa di coscienza e sulla maturazione intellettuale dei giovani, responsabili, con la loro formazione, della società civile del futuro. Per ulteriori informazioni: www.milellalecce.it; leccespaziovivo@tiscali.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terzapagina. Compleanno speciale per l'editoria: Milella compie sessant'anni

LeccePrima è in caricamento