Cronaca

Testacoda e pedale a tavoletta, inseguimento mozzafiato: era senza patente

Denunciato un 44enne intercettato all’altezza di San Ligorio a bordo di un’Audi e tallonato per chilometri dalle volanti. La fuga tentata per non aver mai conseguito il documento di guida e non avere l’assicuazione. Due agenti sono rimasti anche lievemente contusi per gli scossoni

LECCE – Alla guida di un’auto senza patente e senza assicurazione, quando ha incrociato la prima volante di polizia, ha pensato bene di dare gas cercando rifugio il più lontano possibile da divise e sirene. In fin dei conti, fra vie di campagna e strade sgombre, quel 44enne leccese deve aver pensato di poter avere gioco facile, quantomeno una via d’uscita. Ma intanto, c’è da dire che proprio i movimenti repentini hanno indotto i poliziotti prima a seguire e poi letteralmente a inseguire quel veicolo, un’Audi A6, che nello scorrere dei minuti stava assumendo un’andatura sempre più sostenuta. Forse, senza mosse azzardate, il controllo non si sarebbe nemmeno svolto.

Tant’è. E’ stato un pomeriggio mozzafiato, quello vissuto dai protagonisti di questa vicenda. Tutto è avvenuto quanto, intorno alle 17, all’altezza di via Roggerone, proprio all’incrocio per la frazione di San Ligorio, gli agenti di una volante hanno scorto un’Audi A6 station wagon. L’autista, nel momento in cui ha visto gli agenti, ha subito invertito il senso di marcia.

La manovra è apparsa più che sospetta ed è per questo che i poliziotti si sono messi alle calcagna dell’uomo. In fin dei conti, era plausibile che potesse nascondere qualche carico scottante, come armi o droga. Nulla di tutto ciò, va subito detto. Ma per scoprirlo, c’è voluto molto sangue freddo, sfidando la sorte, in un inseguimento che s’è protratto per circa 12 chilometri lungo la provinciale fra le marine di Frigole e San Cataldo, fino a quando l’Audi ha invertito ancora un volta la rotta, arrivando a percorrere contromano la strada e senza che il conducente pensasse nemmeno di moderare la velocità.

Nel frattempo era giunta in supporto anche una seconda volante e alla fine gli agenti sono riusciti a bloccare il fuggitivo nella zona di Torre Chianca. I controlli non hanno portato, come detto, a scoperte particolari. Il veicolo era pulito. Semplicemente, il 44enne non aveva mai conseguito la patente (pur mostrando evidente dimestichezza con la guida veloce…) e l’Audi era sfornita di tagliando assicurativo. Per lui sono scattate le denunce, non solo per non aver il documento, ma anche per resistenza a pubblico ufficiale.

Da sottolineare che due agenti hanno riportato anche qualche lieve lesione alle gambe, prodotto dai violenti scossoni nel corso del tallonamento, con frenate e cambia di marcia repentini. E per fortuna, nessuno è finito fuori strada, o le conseguenze avrebbero potuto essere persino peggiori.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Testacoda e pedale a tavoletta, inseguimento mozzafiato: era senza patente

LeccePrima è in caricamento