Toccatine su due piccole allieve, chiesto il processo per un collaboratore scolastico

C’è la richiesta di rinvio a giudizio nel procedimento aperto nei riguardi di un 70enne accusato di molestie in una scuola primaria a Sannicola. L’uomo aveva provato invano a patteggiare 14 mesi di reclusione

SANNICOLA - Avrebbe allungato le mani sulle zone intime di due piccole allieve di una scuola primaria a Sannicola, dove era in servizio come collaboratore. Lo avrebbe fatto in quattro circostanze, tutte confermate dalle bambine (all’epoca dei fatti d’età inferiore ai 10 anni) ascoltate in sede di incidente probatorio. E di questo dovrà rispondere un 70enne, il 20 novembre, durante l’udienza preliminare per discutere la richiesta di rinvio a giudizio avanzata nei giorni scorsi dal pubblico ministero Luigi Mastroniani.

L’atto arriva al termine del procedimento che l’uomo aveva provato a chiudere (durante le indagini) presentando un’istanza di patteggiamento a un anno e due mesi (pena sospesa). Ma il gip Edoardo D’Ambrosio, chiamato a valutarla, ritenne la pena insufficiente in rapporto alla gravità delle accuse.

A mettere in moto l’inchiesta, fu la denuncia della mamma di una delle bambine. Gli accertamenti della magistratura avrebbero consentito di risalire a un’altra allieva come destinataria di attenzioni morbose da parte del collaboratore scolastico. I luoghi in cui avrebbe agito sarebbero stati nella sala mensa, all’uscita dal bagno e nei corridoi. Con una di queste, avrebbe usato la scusa di praticarle un massaggio.

Ora all’imputato non resta che valutare (attraverso gli avvocati difensori Rocco Vincenti e Lanfranco Leo) se rinnovare una nuova richiesta di patteggiamento o chiedere un rito alternativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde il controllo della moto e si schianta vicino casa: muore 35enne

  • Muore colto da infarto davanti alla scuola: attendeva la nipotina

  • Benzina e fuoco nell’autolavaggio: ma l'hard disk delle videocamere "sopravvive" alle fiamme

  • Non si fermano all’alt, schianto sul guardrail: in auto la targa rubata a un finanziere

  • Difendere un assassino, l’avvocato di De Marco: “Non siamo dei mostri”

  • Scuola, in arrivo una nuova ordinanza: Ddi al 100 per cento per una settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento