Rubano un'auto a Lecce, intercettati di notte e bloccati dopo inseguimento

In carcere due brindisini fermati all'altezza di Torchiarolo dai carabinieri. La Lancia Y sottratta nel rione Borgo Pace

BRINDISI – Avevano appena rubato un’auto ed erano di rientro a Brindisi, dove risiedono. Uno, Daniele Spedicato, 34enne, era alla guida della sua Fiat Punto; l’altro, Antonio Scapecchi, 35enne, si trovava nel veicolo appena sottratto, una Lancia Y. I due non avevano però fatto i conti con i carabinieri della sezione radiomobile e del nucleo investigativo di Brindisi, che, una volta intercettati, li hanno tallonati fino a quando non li hanno bloccati e arrestati.

Sono stati, per primi, i militari della sezione radiomobile della compagnia a notare i veicoli. All’altezza di Torchiarolo, sulla strada statale 613 Lecce-Brindisi, quindi appena varcato il confine fra le due province, visto i veicoli procedere a forte velocità e a breve distanza l’uno dall’altro. La cosa ha ovviamente insospettito i militari che hanno così ingaggiato un inseguimento, avvisando nel frattempo la centrale operativa per ottenere ausilio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In breve è stato messo in atto un dispositivo che ha permesso alla sezione radiomobile di fermare la Fiat Punto nei pressi dell’area di servizio Q8, sempre sulla 613. Alla guida, come detto, c’era Spedicato e in auto aveva arnesi da scasso. Subito dopo, una pattuglia del nucleo investigativo ha fermato anche la Lancia Y condotta da Scapecchi. L’auto aveva il blocchetto di accensione forzato per l’inserimento di un grimaldello ed era stata rubata poco prima a Lecce, nel rione Borgo Pace, nella zona alle spalle di via Taranto, nei pressi delle vie Enzo e Aldo Estrafallaces. L’autovettura è stata restituita al proprietario mentre la notte dei due uomini è terminata nella casa circondariale di Brindisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento